CANADA IN CAMPER - BRITISH COLUMBIA E ALBERTA

August 09, 2014

Eccovi il racconto delle nostre 3 settimane in camper tra la British Columbia e le Canadian Rockies dell'Alberta, in Canada. 

1° giorno - MILANO -VANCOUVER

Levataccia alle 4.30, ci prepariamo in fretta e via verso l'aeroporto.

Partiamo in orario con volo British Airways con destinazione Londra, poi dopo un breve scalo partiamo alla volta di Vancouver. Per essere un volo così lungo (circa 9 ore), l'aereo è veramente stretto e scomodo...ma l'emozione per la vacanza che ci aspetta ci fa tollerare questa fatica e il tempo passa velocemente. Il nostro piccolo viaggiatore (5 anni), ormai superabituato all'aereo, è quello che si diverte di più, tra cartoni animati, libri da guardare e colorare, cibo ad hoc per bambini fornito dalla compagnia aerea.

Atterriamo a Vancouver nel primo pomeriggio (ora locale). Dopo aver sbrigato tutte le formalità burocratiche all'immigrazione, prendiamo il bus che ci porta all'hotel dove staremo la prima notte, in attesa di ritirare il nostro camper. L'albergo è il COAST VANCOUVER AIRPORT HOTEL, senza pretese e in una zona assolutamente non turistica, ma vicina all'aeroporto. Cerchiamo di resistere alla stanchezza data da volo e jet lag, ceniamo in hotel (evvai, hanno il menù gluten free!!!) e andiamo subito a letto, dopo questa lunga giornata.

 

2° giorno - VANCOUVER - ALDERGROVE

Dopo una sveglia all'alba a causa del jet lag, facciamo una tipica (e leggera) colazione canadese: bacon, uova, patate schiacciate e fritte. Finalmente ritiriamo il nostro bolide! Il furgoncino del noleggio CANADREAM, ci viene a prendere direttamente in hotel e ci porta alla sede. Mi sento di consigliare caldamente questa compagnia, da cui ci serviamo da diversi anni per il noleggio camper... nelle diverse sedi sono sempre stati precisi e affidabili, con camper nuovi e perfetti.

Dopo la procedura di registrazione ci consegnano il nostro maxi motorhome di 10 m di lunghezza e possiamo partire!

Raggiungiamo velocemente il primo campeggio, l'EAGLE WIND RV PARK, e dopo spesa, pranzo e sistemazione valigie, nel pomeriggio ci concediamo qualche ora di relax tra piscina e idromassaggio. La sera risentiamo ancora pesantemente del jet lag e si va a letto molto presto.

 

3° giorno - ALDERGROVE - VERNON

La mattina partiamo per Vernon dove, oltre alle bellezze della zona ci attende la nostra amica Kim,  simpaticissima persona e grande artista, conosciuta grazie ad una bellissima esperienza condivisa.

La strada verso Vernon ci porta tra le montagne e ci fa incontrare paesaggio mozzafiato...peccato che la nostra mente è rivolta ad altro...la benzina sta finendo e non ci sono distributori all'orizzonte! Abbiamo percorso un tratto di 150 Km senza incontrare una stazione di servizio! Miracolosamente riusciamo a non rimanere a secco in mezzo al nulla.

Dopo una sosta per il pranzo nella cittadina di Merritt, sperduto paesino in mezzo alle montagne, percorriamo l'ultimo tratto di strada per arrivare a Vernon, dove pernotteremo al SILVER STAR RV PARK. Fortunatamente ci assegnano un ampio posto vicino al lago, dove c'è una bella vista e siamo circondati dalla vegetazione.

La sera siamo invitati a cena da Kim, suo marito John e la loro figlia Ashley. E' bellissimo rivederli dopo tanto tempo! La loro casa è fantastica, molto country... e che dire della painting room di Kim?! Un sogno!!! Dopo una buonissima cena e 4 chiacchiere in giardino attorno al fuoco, è giunta l'ora di tornare in campeggio per la notte.

4° giorno - VERNON

Oggi abbiamo appuntamento con Kim e sua figlia Ashley per una gita insieme.

Prima tappa Davison Orchards, un grande frutteto con parco giochi per bambini a tema "fattoria" e un grande emporio con frutta e verdura, conserve, dolci appena sfornati... anche gluten free!!!

Dopo un po' di shopping facciamo un giro tra gli animali e lasciamo giocare Lorenzo tra le balle di fieno, mentre noi ci beviamo un rinfrescante succo di mela. Seconda tappa della giornata: Ellison Provincial Park, dove ci dirigiamo verso un bellissimo laghetto che si raggiunge con una breve camminata nel bosco. Arriviamo in una spiaggetta tranquilla, dove ci rilassiamo e ci godiamo il fresco, poi facciamo una passeggiata per ammirare la scogliera lì vicino.

La sera improvviso una semplice cena italiana all'aperto in campeggio: pasta al ragù, zucchine al parmigiano, insalata di pomodori, frutta.

5° giorno - VERNON

Oggi ci aspetta una lunga gita con Kim e John. Purtroppo il tempo non è dei migliori.

Prima tappa Kelowna, o meglio, il negozio Michael's, paradiso dei creativi... io e Kim non perdiamo l'occasione di fare un po' di shopping insieme!

Poi ripartiamo per Keremeos, paesino tra le montagne. Il paesaggio è molto suggestivo: non piove da 2 mesi e l'erba è bruciata, dando alle montagne un insolito colore dorato. Lungo la strada incontriamo diversi chioschi di frutta e verdura prodotte nella zona. ci fermiamo per acquistare ciliegie, pomodori e anguria gialla.

Arrivati nella cittadina di Keremeos, proseguiamo poco più avanti e ci addentriamo su una stradina sterrata che ci porterà al fiume. Poco prima di arrivare a destinazione incontriamo un serpente a sonagli sulla strada

Arriviamo poi in una tranquilla zona dove ci fermiamo a pranzare. Dopo pranzo, gli uomini (compreso quello piccolo) pescano, grazie ai consigli di John, mentre io e Kim ci rilassiamo vicino al fiume.

Dopo un po' inizia a piovere e torniamo verso casa sotto un forte acquazzone.

La sera ceniamo tutti insieme in un ristorante di Vernon. Dopo cena purtroppo arriva il momento dei saluti: il giorno seguente partiremo per la prossima tappa del nostro viaggio. Ci salutiamo con la speranza di rivederci presto, in Italia, in Canada o in qualsiasi altra parte del mondo!

 

6° giorno - VERNON - REVELSTOKE

A malincuore lasciamo Vernon e i nostri amici, ma il viaggio deve continuare e abbiamo ancora tante tappe che ci aspettano!

Dopo un po' di strada, ci fermiamo al Crazy Creek, punto turistico con cascate, ponte sospeso e le "hot springs", piscine di acqua calda.

Prima di tutto facciamo una passeggiata e ci addentriamo del bosco per ammirare le cascate dal ponte sospeso, poi paghiamo il biglietto per entrare nelle hot springs. Ci sono 3 piscine, rispettivamente a 32°C, 39°C e 40°C immerse nel verde. Dopo un po' di relax nelle acque calde, partiamo per Revelstoke. Arriviamo al KOA, dove purtroppo scopriamo di non poter accendere il fuoco per la sera (è una tipica usanza da campeggio la sera accendere un fuoco in un angolo attrezzato della propria piazzola e sedersi vicino al fuoco a chiacchierare e arrostire marshmallows) perché c'è un divieto in tutta la British Columbia, a causa della siccità.

 

7° giorno - REVELSTOKE - BANFF

Ci svegliamo sotto la pioggia, che non accenna a smettere per buona parte della giornata. Questo ci impedisce di fermarci nei luoghi definiti dal nostro itinerario.

Lasciamo al British Columbia per entrare nello stato dell'Alberta.

Nel pomeriggio finalmente la pioggia ci da un po' di tregua e possiamo fare una sosta al Johnston Canyon, un bellissimo canyon che l'acqua ha scavato nella montagna. 

Facciamo una passeggiata di circa 1 ora per ammirare al spettacolare cascata, poi ripartiamo per Banff, dove ci aspetta il nostro prossimo campeggio, il TUNNEL MOUNTAIN VILLAGE II.

8° giorno - BANFF
Quando ci svegliamo, il tempo non è dei migliori e la temperatura è decisamente freddina, nonostante questo, però, dopo la colazione decidiamo di incamminarci su un breve sentiero vicino al campeggio per ammirare la vista della vallata sottostante, con i suoi tipici Hoodoos, guglie alte e sottili di roccia prodotte dall'erosione dovuta all'azione di acque, vento e ghiaccio. 

Proseguiamo la giornata con una tappa al Cave and Basin National Historic Site, zona dove sorgevano le originarie Terme di Banff, ora chiuse e trasformate in sito storico per la scoperta di un'eccessiva quantità di batteri nell'acqua. Ammiriamo la grotta da dove sgorga l'acqua termale e facciamo un giro nella zona circostante ricca di ruscelli e laghetti di acqua calda.

Ci dirigiamo poi a piedi verso il centro di Banff, dove arriviamo affamati e ci fermiamo per il pranzo al ristorante/pizzeria The Bear Street Tavern, che cucina pizza senza glutine. Premetto che solitamente NON mangiamo italiano all'estero, ma questa volta ne è capitata l'occasione e devo dire che tutto sommato non era niente male, a parte il loro suggerimento di condire la pizza con un mix di olio piccante e miele...

Dopo pranzo passeggiamo per le vie del centro, ricche di negozi, caffetterie e ristoranti.

Nel pomeriggio ci spostiamo verso la la Banff Goldola, funivia che porta a 2280 m, per ammirare una splendida vista sulla valle e sulle distese infinite di foreste ancora incontaminate. 

Ultima tappa della giornata le Banff Upper Hot Springs, le attuali terme della città... devo dire un po' deludenti: una sola piscina, nemmeno tenuta bene, con spogliatoi vecchi e squallidi e taaaanta gente! Unica nota positiva: la piscina è circondata dalla vista delle belle montagne circostanti, che creano uno scenario suggestivo.

  

9° giorno - BANFF
Ci svegliamo con un bellissimo sole e il cielo azzurro, giornata perfetta per le nostre mete odierne: Moraine Lake e Lake Louise.

Cerchiamo di raggiungere subito Moraine Lake, ma la strada è chiusa perché il parcheggio adiacente al lago è ormai pieno. Prendiamo quindi la navetta che in 10 minuti ci porta a destinazione. Il lago è fantastico, un tipico paesaggio da cartolina. 

Pranziamo al sacco, poi affittiamo una canoa per una piccola esplorazione del lago.

Lasciata la canoa, decidiamo di "scalare" il piccolo promontorio che sta accanto al lago, per ammirare la vista da lassù. sulla strada incontriamo diversi scoiattoli e un avvertimento riguardo agli orsi: la zona adiacente al lago è molto ricca di orsi grizzly ed è vietato avventurarsi oltre le aree più frequentate se non si è in un gruppo di almeno 4 persone, pena una multa di $5000!

Ci spostiamo poi a Lake Louise, per una breve visita della zona del Fairmont Hotel, lussuoso albergo sulla riva del lago... una camera fronte lago costa $650 a notte!!!

Torniamo poi a Banff per concludere la nostra giornata con un po' di shopping e una serata in campeggio vicino al fuoco.

10° giorno - BANFF - JASPER
Lasciamo Banff per percorrere una delle strade più belle del mondo, la Icefield Parkway, famosa per i suoi paesaggi mozzafiato e per la ricca fauna che si può ammirare.

Sulla strada incontriamo quasi subito un orso bruno che sta mangiando bacche bacche dai cespugli lì vicino. Non perdiamo l'occasione di fermarci a scattare delle fotto...a debita distanza però, non si sa mai! 

Continua poi il nostro viaggio tra ghiacciai, alte montagne e foreste incontaminate.

Ci fermiamo poi all'Icefield Center per partire per la Glacier Adventure, un'escursione su speciali autobus con ruote enormi, capaci di scalare il ghiacciaio Athabasca. La strada per raggiungere il ghiacciaio è ripidissima e piena di buche. Arrivati tra i ghiacci, scandiamo per una sosta di esplorazione e per scattare foto. 

Di ritorno, prendiamo il bus per l'Icefield Skywalk, una passerella panoramica sospesa sulla valle sottostante. 

A farci compagnia c'è anche una simpatica capra di montagna, che che si riposa tra le rocce.

Ripartiamo infine per Japer, dove raggiungiamo il WHISTLER CAMPGROUND, immerso tra i boschi. Dopo aver cenato e incontrato un cervo femmina non lontano dal nostro camper, ci aspetta una serata attorno al fuoco ad arrostire marshmallows!

 

11° giorno - JASPER
Partiamo dal campeggio, percorrendo strade immerse in scenari da cartolina.

La prima meta di oggi è Maligne Lake, un grande lago a circa 20 minuti da Jasper. Facciamo una passeggiata sul lungolago, pranziamo con un buonissimo hamburger (per me senza glutine!) e ci resta anche un po' di tempo per giocare con Lorenzo sulla spiaggetta lì vicino. 

Seconda tappa della giornata il Maligne Canyon, uno strettissimo canyon creato dalla forza del fiume Maligne. Facciamo una passeggiata lungo i sentieri che costeggiano il canyon per ammirare lo spettacolo di questa opera naturale. 

Ultima tappa della giornata Miette Hot Springs, piscine di acqua termale a 40°C, immerse nella foresta canadese. Per raggiungerle percorriamo una strada di 15 Km in mezzo al bosco. Vicino alle piscine c'è un bellissimo lodge con piccole casette di legno.
La zona è ricca di orsi. La cameriera del caffè ci spiega che proprio ieri, in pieno giorno, un grizzly ha raggiunto il retro dell'edificio. Troviamo in vendita lo "spray anti orso", utile per chi si avventura nei boschi circostanti, che può fermare questi animali da 6-8 m di distanza.

Tornando al campeggio incontriamo sulla strada due cervi maschi.

 

12° giorno - JASPER - CLEARWATER
Prima di lasciare Jasper e l'Alberta, ci concediamo un giro a piedi nel centro del paese, ricco di negozi e ristoranti.

Ci fermiamo per il pranzo alla Jasper Brewing Company, dove hanno una vasta scelta di piatti senza glutine.

Dopo pranzo partiamo e, dopo 3 ore e mezza raggiungiamo la cittadina di Clearwater e il nostro campeggio: KOA CLEARWATER.
Il resto del pomeriggio, con grande gioia di Lorenzo, è dedicato al mini golf e alla piscina, oltre alle (tante) lavatrici!

13° giorno - CLEARWATER - CACHE CREECK
La mattina ci dirigiamo verso la città di Kamloops, per raggiungere il BC Wildlife Park: si tratta di uno zoo con animali della fauna locale. Ci sono orsi, alci, linci, cervi...per lo più prelevati dai boschi circostanti perchè malati o feriti. Quelli che guariscono completamente vengono rimessi in libertà, gli altri entrano a far parte degli ospiti del parco.

L'area non è molto grande, nel complesso una tappa assolutamente non imperdibile, ma con un bimbo di 5 anni al seguito è un buon modo per trascorrere qualche ora divertente. Riusciamo anche ad assistere allo spettacolo di falchi e gufi, a vedere il pasto dei puma e a fare un giro sul trenino.

Ci rimettiamo in marcia e attraversiamo una zona dove le montagne hanno un particolarissimo colore dorato, dovuto alla siccità di questo periodo (come avevo già accennato, non piove da più di 2 mesi).

Arriviamo infine a Cache Creeck, che scopriamo essere un paesino in mezzo al nulla... più che un paese si tratta di poche case, un market e alcuni fatiscenti motel. il campeggio però, il BROOKSIDE CAMPSITE, è carino. Abbiamo anche il tempo per un bagno in piscina e la sera ci rilassiamo davanti al fuoco.

 

14° giorno - CACHE CREECK - WHISTLER
Oggi ci aspetta una tappa lunga (circa 4 ore), con una strada di montagna abbastanza impegnativa, ma con paesaggi molto suggestivi. 

Poco prima di arrivare a destinazione, ci fermiamo alle Nairn Falls, impetuose cascate che nel corso dei secoli hanno scavato le rocce circostanti, creando un luogo molto apprezzato e visitato dai turisti.

Arriviamo infine a Whistler. Troviamo il campeggio, il WHISTLER RV PARK AND CAMPGROUNDS con un po' di difficoltà perché molto fuori dal paese e poco segnalato. La struttura è molto spoglia, ma dalla nostra piazzola si gode di una bella vista sulla valle sottostante. 

Il campeggio ha un servizio navetta per il centro del paese. Decidiamo di approfittarne e di passare la serata a Whistler. Il centro è molto affascinante, pieno di gente, negozi e ristoranti. Ceniamo in un bel ristorantino e facciamo una passeggiata, ammirando tutte le attrazioni legate alle passate Olimpiadi invernali del 2010.

Infine prendiamo ancora la navetta, che in pochi minuti ci riporta al campeggio. 

 

15° giorno - WHISTLER - VICTORIA
Partiamo presto per raggiungere l'imbarco del traghetto che ci porterà sulla Vancouver Island. Arrivati al porto ci comunicano che abbiamo 2 ore di attesa prima di poter salire sulla prossima imbarcazione, quindi scendiamo dal camper e ci dirigiamo a piedi verso il lungomare, dove pranziamo con fish and chips e ostriche in pastella (gluten free ovviamente!).
Finalmente viene il nostro turno di salire sul traghetto, parcheggiamo il camper e andiamo sul ponte superiore ad ammirare la vista. Il viaggio dura 1 ora e 45 minuti.

Ripartiamo poi per il nostro campeggio, a circa 1 ora di strada dal porto di Nanaimo. Sul tragitto passiamo da Chemainus (città dei murales) e Ducan (città dei totem), che non si rivelano nulla di eccezionale.

Arriviamo al nostro campeggio, il VICTORIA WEST KOA, che è ormai sera.

 

16° giorno - VICTORIA
Intera giornata dedicata alla capitale della British Columbia: Victoria.
Riusciamo a parcheggiare in centro e ci dirigiamo subito sul lungomare per una passeggiata.

Prenotiamo un Hippo Tour: un giro di 1 ora e mezza circa su un bus anfibio che permette di vedere la città dalla terra e dal mare. E' un'attrazione molto diffusa in Canada e abbiamo già avuto modo di sperimentarla in altre città...Lorenzo l'adora!

Dopo il tour ci dirigiamo verso il Fisherman's Wharf Park, un quartiere di piccole abitazioni galleggianti molto pittoresche.  

La zona è ricca di chioschi che cucinano pesce appena pescato...pranziamo al The Fish Store at Fisherman's Market con un buonissimo fish and chips senza glutine!!!

Mentre pranziamo, lì vicino arriva una foca in cerca di cibo... il chiosco, che ormai conosce l'animale, vende piccoli pesci a $1, che i turisti acquistano appositamente per dargli da mangiare.

Tornando verso il centro, facciamo una passeggiata sul lungomare.
Ci sarebbe altro da vedere nella città, ma purtroppo è già ora di tornare al campeggio.
 

17° giorno - VICTORIA - UCLUELET
Lasciamo Victoria e percorriamo al Vancouver Island verso Ucluelet. La strada è scorrevole e ad un certo punto si addentra nelle foreste del centro dell'isola.
Ci fermiamo per una sosta a Cathedral Grove, sito turistico ricco di alberi secolari, altissimi e con grandi tronchi. il più vecchio ha circa 800 anni. 

Proseguiamo il nostro tragitto, lungo il quale troviamo uno spettacolare punto dove il fiume ha scavato le rocce per 3-4 m, formando delle pozze dove diverse persone fanno il bagno. Decidiamo di fermarci per una passeggiata. 

Arriviamo infine a Ucluelet, dove sbrighiamo le formalità per l'ingresso nel campeggio, il WYA POINT RESORT, poi ci dirigiamo verso il centro del paese (se così si può definire...) per una passeggiata e la cena.

 

18° giorno - UCLUELET - TOFINO
Oggi ci aspetta un'escursione in barca per avvistare le balene!
Ci spostiamo a Tofino, dove però scopriamo subito che è difficile trovare posto, quindi ci spostiamo a Ucluelet, dove troviamo una barca che parte poco dopo. E' possibile scegliere tra 2 tipi di escursione: quelle con piccole barche o quelle con gli "zodiac" piccoli gommoni che si avvicinano molto di più agli animali, per poterli ammirare meglio. Questo secondo tipo di imbarcazione però non è adatta per bambini, quindi siamo obbligati a scegliere l'altra.
Durante l'uscita di quasi 3 ore vediamo foche, trichechi e le bellissime coste della zona. 

Le balene arrivano verso la fine dell'escursione, ma riusciamo a vederle solo da lontano.  

Con un po' di delusione torniamo al porto e ci dirigiamo di nuovo verso Tofino, per una passeggiata e per la cena. Sul lungomare troviamo l'Ice House Oyster Bar, dove mangiamo un piattone misto di granchio, capesante, gamberi e cozze. Buonissimo!

Dopo cena ci dirigiamo verso il nostro campeggio: il GREEN POINT CAMPGROUND, senza servizi, ma immerso nella foresta e vicino alla spiaggia.

19° giorno - TOFINO - VANCOUVER
Oggi lasciamo la Vancouver Island, non prima però di una tappa alla famosa Long Beach, spiaggia amata dai surfisti. L'atmosfera è bellissima: c'è un po' di nebbia (pare che su questa spiaggia sia sempre presente!) che rende il paesaggio molto suggestivo.

Dopo qualche foto e una passeggiata, è tempo di partire per raggiungere Nanaimo, dove prenderemo il traghetto per Vancouver. Riusciamo a prendere quello delle 17.45 e dopo 2 ore di tragitto arriviamo a destinazione. In pochi minuti raggiungiamo poi il nostro ultimo campeggio, PARKCANADA RV PARK. E' molto comodo, perché vicino al noleggio dove domani mattina dovremo riconsegnare il camper, ma assolutamente scadente! Più che un campeggio lo definirei un parcheggio, visti gli spazi!

20° giorno - VANCOUVER
La mattina riconsegniamo il camper e con un taxi raggiungiamo Downtown Vancouver e il nostro hotel: il Fairmont Waterfront. Si trova in una buona posizione, centrale rispetto alle diverse attrazioni della zona. Per pranzo scegliamo il ristorante giapponese Miku, proprio davanti al nostro hotel. Il locale è molto carino e frequentato, con diverse proposte gluten freen nel menù. Dal nostro posto al sushi bar ci godiamo anche la preparazione delle diverse specialità. I piatti di sushi e i dolci che ordiniamo sono davvero ottimi!
Nel pomeriggio facciamo un giro a Gastown, il centro storico della città (bel quartiere, ma pieno di senzatetto e facce poco raccomandabili). 

Ci spostiamo sul lungomare per una passeggiata.

Torniamo in albergo nel tardo pomeriggio e, dopo un po di relax in piscina, usciamo di nuovo per la cena al Cardero's, uno dei ristoranti del porto, che offre diverse specialità di pesce davvero ottime. Per me ostriche in pastella di mais e capesante alla griglia...tutto gluten free!


21° giorno - VANCOUVER

Anche se il tempo non è dei migliori programmiamo una gita a Stanley Park in bicicletta. Noleggiamo 2 biciclette, una normale e una doppia, quasi un tandem, adatta per bambini. 

Arriviamo al Vancouver Aquarium proprio quando inizia a piovere. 

Visitiamo tutte le aree dell'acquario, assistiamo agli spettacoli di delfini e beluga e vediamo un film 4D sulla vita marina, mentre fuori c'è un bell'acquazzone. 

Quando usciamo ha smesso di piovere, riprendiamo le bici e facciamo tutto il giro del parco, fermandoci qua e la per una foto. Riportiamo le biciclette al noleggio e torniamo in hotel per un po' di relax nell'idromassaggio. Per cena abbiamo prenotato un tavolo al ristorante Lift sul mare. Le nostre aspettative non sono deluse: il ristorante si rivela ottimo. Per me capesante alla piastra, sushi di astice e creme brulè... tutto senza glutine ovviamente!


22° giorno - VANCOUVER

Ci svegliamo con la pioggia (ora capiamo perché Vancouver è chiamata scherzosamente "Raincouver"!!!). Dolo la colazione decidiamo di acquistare il biglietto giornaliero del Vancouver Trolley, un autobus in stile vintage che percorre tutta la città, con circa 35 tappe.

Ci fermiamo all'H.R. Macmillan Space Center, dove visitiamo il museo e assistiamo ad un avvincente spettacolo sull'atterraggio sulla luna e su altre imprese spaziali. 

Tappa successiva Granville Island, piccola isola di Vancouver ricca di vita, negozi, locali e il famoso mercato al coperto. Giriamo un po' tra le viuzze, pranziamo a base di pesce e visitiamo il Public Market

Riprendiamo il Trolley che conclude il suo giro panoramico e ci riporta all'hotel.


23° giorno - VANCOUVER - MILANO

Giornata all'insegna del relax. Visto che ci attende un lungo volo di ritorno, ci svegliamo con calma e facciamo una breve passeggiata, poi ci dirigiamo verso il Fly Over Canada, attrazione 4D proprio davanti al nostro hotel, che fa provare l'esperienza di "volare" sopra ai più bel paesaggi canadesi. In realtà all'inizio siamo un po' scettici, diciamo che ci sembra un modo per passare il tempo...ma dobbiamo ricrederci! Davvero molto bello e realistico!!!

Dopo un'altra breve passeggiata è giunta l'ora di prendere il taxi e dirigerci all'aeroporto. In serata prendiamo l'aereo per Londra e poi quello per Milano.

Questa è stata la 4° vacanza in Canada, forse la più bella! La British Columbia e le Canadian Rockies meritano davvero!

 

NOTA SULL'ALIMENTAZIONE SENZA GLUTINE: questa zona e un po' tutto il Canada è un paradiso! Nei ristoranti basta chiedere, sono tutti informati e spesso hanno addirittura un menù dedicato. Nei supermercati si trovano tantissimi prodotti confezionati, surgelati e anche freschi.

 

NOTA SUL VIAGGIO CON BAMBINI: è una vacanza consigliatissima, a contatto con la natura, ricca di stimoli ed esperienze nuove. Mio figlio (5 anni) si svegliava ogni mattina chiedendo "Quale sarà  l'avventura di oggi?".

Please reload