IL MIO LUOGO DEL CUORE IN 6 MOSSE - I VIAGGI DELL'ANTO E LA PROVENZA 

Continua la nostra rubrica dove i blogger ci raccontano il luogo nel mondo che li ha colpiti di più, presentandolo in "6 mosse", cioè le 6 caratteristiche salienti che lo rendono speciale.

 

Oggi ospitiamo Antonella, del blog "I viaggi dell'Anto".

 

Nel mio giovanissimo  blog – iviaggidellanto ha poco più di un anno di vita – mi sono riproposta di parlare dei miei viaggi, delle mete che mi hanno stupito, colpito e anche perché no,  deluso.

Mi marito, appassionato di fotografia, immortala i luoghi dei miei racconti. Le sensazioni che provo rispetto al posto in cui ci troviamo in un particolare momento, spesso sono anche le sue quindi i suoi scatti accompagnano con lo stesso mood i miei pensieri e le mie narrazioni.

Non voglio proporre una guida di viaggio, piuttosto il mio blog è un taccuino dove riporto le mie personalissime impressioni dei posti che visito con grandissima curiosità.

Ci sono luoghi che mi hanno particolarmente impressionato e che ricorderò per sempre  ma dove probabilmente non ritornerò mai più e poi ci sono i luoghi “del cuore”, quelli dove mi piace o mi piacerebbe tornare perché, per vari motivi, hanno saputo parlare alla mia anima.

Il luogo del cuore di cui vi vorrei raccontare è la Provenzauna parte della Francia del Sud che con i suoi profumi, i suoi colori, i suoi paesaggi e le sue architetture mi coinvolge interamente con tutti i cinque sensi, anzi sei!

1. Vista

Come non lasciarsi conquistare dalla luce della Provenza! Quella luminosità così intensa sui campi di lavanda e di girasole in estate. Così nitida all’imbrunire quando le cime sottili dei cipressi si stagliano contro il blu del cielo. Quella luce così sorprendente all’alba con le ombre lunghe sulle file di platani dei viali e così dolce al tramonto quando nei villaggi si accendo i lampioncini gialli.

2. Olfatto

Il profumo intenso della lavanda che riempie l’aria tra Giugno e Luglio rappresenta l’estate e racchiude il calore del sole. I saponi di Marsiglia lo ripropongono tutto l’anno sulle bancarelle dei mercati che per me sono imperdibili . E poi il profumo del “maquis”, la macchia mediterranea, fatto di timo, rosmarino e altre erbe ma anche di conifere e fiori che si mescolano in un sentore inconfondibile. Non a caso Grasse, nell’entroterra di Cannes, è la capitare mondiale dei profumi!

3. Tatto

Come mi piace fare la spesa la mercato! Toccare la buccia vellutata delle pesche, tastare i pomodori e le zucchine prima di passarle al venditore. Per non parlare delle creme ricavate dalle essenze di fiori e dall’olio di oliva, che accarezzano la pelle. Gironzolando per le botteghe di un qualsiasi villaggio provenzale non posso fare a meno di toccare le tovaglie dai decori caratteristici, gli oggetti in ferro battuto e tutto quello che mi capita cercando di catturare tra le mani l’essenza di questa terra.

4. Gusto

L’elenco delle cose buone da assaggiare in Provenza potrebbe essere infinito partendo dall’aioli (la tipica salsa a base di aglio) per arrivare alla bouillabesse, la golosa zuppa di pesce di Marsiglia, passando per le verdure ripiene e l’agnello alla griglia. Mi soffermo però volentieri sulla bontà dei vini! Bianchi, rossi e rosé, leggeri o più corposi tutti straordinari mi fanno ritrovare, al palato, le sinfonie di profumi della campagna.

5. Udito

Il rumore delle onde e quello del mistral quando soffia arrabbiato fanno parte del paesaggio della Provenza.

Ma il suono che io immancabilmente associo a questa regione è il frinire delle cicale. Un rumore intenso a volte addirittura fastidioso che accompagna i pigri pomeriggi d’estate da passare in campagna all’ombra di un albero o in riva al mare in una piccola insenatura bordata di pini marittimi.

6. Il sesto senso

Il sesto senso è quello dell’intuito, quel sentimento difficile da spiegare ma che ti fa capire che “quello” è il tuo posto del cuore. Riconoscermi nei sorrisi delle persone, nel senso di amicizia e di ospitalità, nelle tradizioni legate alla campagna, nei tanti modi di dire che sembrano la traduzione letterale dei nostri. Ciò che mi fa amare la Provenza, è la sensazione di essere in un luogo che mi appartiene e di cui faccio parte.

Sei un travel blogger o hai una sezione travel nel tuo blog e vuoi partecipare all'iniziativa? Scrivici su info@noiconlevaligie.com

© Copyright

All rights reserved

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta di NOICONLEVALIGIE.