IL MIO LUOGO DEL CUORE IN 6 MOSSE - TUTTO IL MONDO È PAESE E IL BRASILE

Continua la nostra rubrica dove i blogger ci raccontano il luogo nel mondo che li ha colpiti di più, presentandolo in "6 mosse", cioè le 6 caratteristiche salienti che lo rendono speciale.

 

Oggi ospitiamo Laura, del blog "Tutto il Mondo è Paese".

Sarà che fu il mio primo viaggio oltreoceano, sarà che avevo solo 19 anni ed ero praticamente da sola a millemila chilometri di distanza da casa, sarà che sognavo il Brasile da quando mi ero innamorata della sua lingua, della sua musica e della sua cultura, ma certamente lo posso confermare Rio de Janeiro è il mio luogo del cuore.

Sono Laura di “Tutto il Mondo è Paese” e nel mio blog amo parlare di Intercultura: tradizioni e cucina nazionali ed internazionali, tematiche attuali e iniziative positive dall’Italia e dall’estero per spingerci ad abbracciare la diversità e a diventare tutti “cittadini” dello stesso mondo.

1. La musica

Toglietegli tutto ad un brasiliano ma non la musica. A Rio de Janeiro e in generale in Brasile tutti sanno “sambare”: donne bambini, giovani e anziani. Ancora ricordo quel signore con i piedi un po’ storti che si muoveva con una scioltezza mai vista, guidato dal ritmo che gli scorreva nel sangue. Prima di innamorarmi del Brasile, mi sono innamorata della musica, sapevate che esistono tantissimi generi musicali caratteristici di ciascuna regione? Bossa Nova, Forrò, Choro…Per le strade di Rio de Janeiro basta entrare in un locale qualsiasi per vedere la gente danzare, è impressionante come al solo suono di un tamburello tutti colgano l’occasione per muovere qualche passo.

2. La Gente (o “a jenci!” come direbbero i brasiliani)

L’accoglienza di un popolo la si misura dalla sua gentilezza nei confronti dello straniero. In ogni souvenir a Rio de Janeiro troverete questa frase “gentileza gera gentileza” (la gentilezza genera altra gentilezza). A Rio de Janeiro ti senti subito accolta ed è facile integrarsi con gli usi e i costumi della città. Ancora ricordo il terzo giorno dopo il mio arrivo a Rio in cui chiesi indicazioni ad una signora per strada. Lei mi accompagnò per ben tre ore in giro per la città e mi aiutò a trovare tutti i luoghi che cercavo (come ad esempio un cambiavalute). Non chiese assolutamente nulla in cambio.

3. I nuovi sapori

A Rio de Janeiro ho scoperto dei sapori mai provati prima, da brava buongustaia ho cercato di assaggiare tutto. In Brasile e, in particolare a Rio de Janeiro, non si può non bere un ottimo succo di frutta tropicale. Maracuja (frutto della passione), cocco e gojaba erano tra i miei frutti preferiti. Per non parlare poi della farofa, farina di manioca dalla consistenza simile al pan grattato insaporita da carne secca e spesso accompagnata ai fagioli. La tapioca è un altro ingrediente molto usato nella cucina brasiliana con cui si fanno delle ottime torte, ha una consistenza simile al cocco: squisita!

4. La natura

A Rio de Janeiro ho trovato un ambiente totalmente diverso da quello a cui ero abituata. Dovete sapere che dentro la stessa città c’è una vera e propria foresta, la Floresta di Tjuca. Se, come me, siete amanti della natura, non potete perdervi un’escursione in questa meravigliosa area verde. Chiamarla area verde, poi, è quasi riduttivo: qui troverete piante di banano, açai e altri frutti tropicali, scimmiette di ogni genere, potrete risalire delle montagne e godervi il panorama dalla loro cima. Soffermandoci poi sulla forma di queste vette, noterete subito il loro aspetto così diverso: dei rilievi talmente antichi da avere una superficie completamente levigata dal tempo.

5. I mercati artigianali

Nella via denominata “Rua do Lavradio” ogni primo sabato del mese viene organizzato un grande mercato artigianale dai colori pazzeschi. Qui troverete oggetti esclusivamente fatti a mano e a poco prezzo come gioielli di bambù, fasce per capelli, quadri. Certamente non mancano anche degli stand che vendono street food come spiedini di formaggio, caju (anacardi) e cocco passato nello zucchero. Un luogo certamente da non perdere se si vogliono acquistare dei souvenir tipici del posto.

6. L’oceano e le spiagge

Le spiagge di Rio de Janeiro sono delle enormi distese di sabbia bianca, così grandi ospitare spesso dei campi di pallavolo e da calcio. Quando comincia a calare la notte, nell’ora del crepuscolo è molto facile vedere intere squadra allenarsi sulla sabbia. D’altronde qui il clima è mite, se non caldo, quasi tutto l’anno. L’oceano si staglia tutt’intorno alla città. Mare e montagne condividono lo stesso orizzonte…

Sei un travel blogger o hai una sezione travel nel tuo blog e vuoi partecipare all'iniziativa? Scrivici su info@noiconlevaligie.com

© Copyright

All rights reserved

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta di NOICONLEVALIGIE.