GLI SCAVI DI POMPEI: A SPASSO NELLA STORIA

Camminare per i vicoli degli Scavi di Pompei è un’esperienza che trasmette una grande emozione, un'esperienza che va fatta una volta nella vita.

Uno dei siti archeologici più importanti al mondo, distribuito su 44 ettari. Permette di fare un vero e proprio tuffo nel passato, dove il tempo si è fermato e dove tutto sembra rimasto (quasi) come un tempo: una vera città romana, un grande centro ricco di edifici e monumenti, con i suoi vicoli, le sue case, le sue botteghe, il suo anfiteatro. 

SCAVI DI POMPEI

Nel 79 d.C. il Vesuvio, che fino ad allora sembrava una tranquilla montagna, si svegliò e coprì Pompei di cenere, lapilli e fuoco, seppellendola per secoli, fino al '700, quando, grazie ad alcuni fortunati ritrovamenti, l’intero sito archeologico venne riportato alla luce in perfetto stato di conservazione.

SCAVI DI POMPEI

Gli Scavi di Pompei: cosa vedere

Vista la grandezza del sito archeologico, la visita richiede molto tempo. Per visitare tutte le zone del parco può servire anche più di una giornata, ma se avete a disposizione un solo giorno o anche meno, è importante individuare quali sono le zone più importanti e decidere cosa vedere.

Pompei è divisa in nove quartieri denominati “Regiones“. Ciascuna “Regio” è a sua volta divisa in isolati chiamati “Insulae“. All'ingresso viene consegnata gratuitamente la piantina ufficiale, molto utile per orientarsi.

Entrando nell'area degli Scavi da Piazza Anfiteatro, la prima grande costruzione che ci si trova davanti è proprio l'Anfiteatro di Pompei, risalente all'80 a.C., dove si sono svolte numerose battaglie di gladiatori davanti a circa ventimila spettatori sugli spalti ancora oggi ben conservati.

SCAVI DI POMPEI
SCAVI DI POMPEI

Percorrendo Via dell'Abbondanza, una delle strade principali dell'antica Pompei, è tutto un susseguirsi di cortili, resti di case e botteghe, ognuna con il suo nome e le sue caratteristiche.

SCAVI DI POMPEI
SCAVI DI POMPEI

Tra Via dell'Abbondanza e Via Stabianae si incontrano le Terme Stabiane, costruite intorno al IV-III secolo a.C. Qui si trovano, divisi per uomini e donne, gli ambienti per il bagno: il frigidarium, il tepidarium e calidarium, oltre ad una piscina, e due vasche più piccole.

SCAVI DI POMPEI
SCAVI DI POMPEI

Eccoci poi al Foro, quello che oggi potremmo definire la piazza principale della città, il centro nevralgico della vita civile, dove si trovano gli edifici più importanti, come il palazzo di giustizia, il mercato, i negozi, i luoghi di culto, con i numerosi templi tra cui il Santuario di Apollo e il Santuario di Venere, situati poco più avanti.

SCAVI DI POMPEI
SCAVI DI POMPEI
SCAVI DI POMPEI

Da non perdere il Teatro Grande, una struttura ancora in ottimo stato di conservazione. Edificato sulle pendici di una collina, di cui sfrutta il costone per la gradinata, ha una forma a ferro di cavallo e poteva accogliere circa cinquemila spettatori.

SCAVI DI POMPEI

Gli Scavi di Pompei: orari, prezzi e consigli utili

Gli Scavi di Pompei sono aperti tutti i giorni (tranne 1 Gennaio, 1 Maggio, 25 Dicembre) con i seguenti orari:

  • Dal 1 aprile al 31 ottobre - dalle 9 alle 19.30, con ultimo ingresso alle 18;

  • Dal 1 novembre al 31 marzo - dalle 9 alle 17, con ultimo ingresso alle 15.30.

I biglietti hanno un costo di € 16 per gli adulti, di € 2 per i ragazzi dai 18 ai 25 anni, gratuiti per chi ha meno di 18 anni.

Consigliamo di acquistare i biglietti solo alle biglietterie ufficiali presso gli ingressi del sito archeologico oppure dal servizio di biglietteria online (circuito TicketOne). In altri luoghi sono più costosi perché venduti da intermediari non legati alla direzione del Parco Archeologico di Pompei.

SCAVI DI POMPEI

È consigliabile scegliere di visitare il sito archeologico con una guida, per scoprire i segreti del luogo e soffermarsi sulle zone di maggior interesse.

Si possono trovare le guide ufficiali davanti alle biglietterie, munite di un regolare patentino. Non ci sono tour di gruppo, ma se siete fortunati da trovare delle persone disposte ad aggregarsi al vostro tour, potete condividere l’esperienza e i costi.


Sono d'obbligo scarpe comode per la visita. All'interno del parco non ci sono punti ristoro, consigliamo di portare dell'acqua; è invece vietato mangiare durante la visita, ci sono apposite aree pic nic per il pranzo al sacco o per consumare uno snack.

QUI i nostri suggerimenti per mangiare senza glutine a Pompei e Sorrento.

© Copyright

All rights reserved

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta di NOICONLEVALIGIE.