NEL MAGICO MONDO DI HARRY POTTER CON I BAMBINI - febbraio 2018

Alzi la mano chi non conosce Harry Potter... ok, non vedo nessuna mano alzata, come immaginavo.

Chi più chi meno, tutti conoscono qualcosa del maghetto che da anni ha conquistato il cuore di tanti adulti e bambini.

Noi lo conosciamo solo un po' (ammetto che non abbiamo ancora visto tutti i film), ma negli ultimi periodi ci siamo appassionati alle sue vicende, soprattutto il piccolo di casa.

Quale momento migliore allora per regalarci una divertente esperienza in questo magico mondo? A Natale sotto l'albero abbiamo trovato 3 biglietti aerei per Londra e 3 ingressi per i Warner Bros Studios London, per partecipare al tour The making of Harry Potter, il tour che  mostra i diversi set utilizzati durante le riprese degli otto film della saga del maghetto, oltre a numerosi oggetti di scena.

I biglietti si possono acquistare solo online. Si trovano direttamente sul sito ufficiale di Warner Bros Studios, dove viene venduto solo il biglietto di ingresso e bisogna raggiungere in autonomia la sede, con treno o autobus e poi prendere la navetta gratuita che porta agli Studios. Attenzione, bisogna prenotare molto tempo prima, perché i biglietti vanno a ruba e si esauriscono in fretta. Se sono esauriti o si preferisce acquistare un pacchetto completo (ingresso + trasporto), ci si può affidare al sito di Golden Tour (come abbiamo fatto noi), dove il prezzo sarà ovviamente più alto, ma non ci si dovrà preoccupare del trasferimento verso gli Studios. Mentre con il solo biglietto d'ingresso, il tempo di permanenza può essere illimitato, acquistando il pacchetto completo la permanenza sarà tassativamente di 3 ore e 15 minuti, che però abbiamo trovato più che sufficienti per un giro in tranquillità e un po' di shopping.

Ci presentiamo alle 12 alla sede Golden Tour vicino a Victoria Station con i nostri biglietti stampati (indispensabili), pronti per salire su un autobus rosso a due piano con il logo di Harry Potter. Partiamo in perfetto orario e percorriamo circa 1 ora e mezza di strada, in compagnia di uno dei film della serie, visibile attraverso i diversi televisori posizionati all'interno del bus.

Arriviamo proprio davanti all'ingresso e, dopo pochi minuti di coda, entriamo nella struttura alle 14, come da prenotazione. A Lorenzo viene consegnato un "passaporto", da timbrare nelle diverse stanze degli Studios. Inoltre in ogni stanza è nascosto un boccino d'oro (come quello che usano Harry e i suoi amici per giocare a Quidditch) e sul passaporto sono forniti degli indizi per trovarlo.

La stanza di Harry nel sottoscala, dove lui ha vissuto fino ai suoi 11 anni, ci accoglie e ci inizia a far entrare in questo magico mondo.

Dopo un breve filmato introduttivo e una piccola spiegazione fornita da una guida, al grido di “Welcome to Hogwarts” si spalancano le porte dell'imponente Sala Grande, l'area principale di riunione per gli studenti della Scuola di Hogwarts, dove gli allievi mangiano, ricevono la posta e celebrano gli eventi più importanti. La sala è molto grande, con la tavola apparecchiata e ricca di decorazioni alle pareti. Qua e là si trovano manichini con diversi costumi di scena.

Si prosegue in autonomia nelle diverse ambientazioni: incontriamo prima di tutto il dormitorio maschile di Grifondoro, con i piccoli letti a baldacchino e le tende di velluto, poi la sala comune di Grifondoro, con diversi dettagli di scena e costumi dei personaggi. Si continua con lo studio di Silente, ricco di aggeggi e libri magici. Non poi manca la famosa aula di Pozioni, con i calderoni fumanti che si mescolano da soli e gli ingredienti più strani ben disposti sugli scaffali. Raggiungiamo anche la capanna di Hagrid, ricca di strani aggeggi disposti qua e là, fino a casa Weasley, ricca di dettagli "magici", come il salame che si affetta da solo, i piatti che si lavano da soli o i ferri che fanno la maglia da soli.

Ovunque si possono ammirare i numerosi dettagli ed effetti speciali di scena, tutti ricchi di particolari e di un "alone magico" che pervade gli ambienti. Ne sono un esempio la maestosa porta della Camera dei Segreti, l'enorme pendolo di Hogwarts, l'auto volante usata da Harry e i suoi amici nei vari spostamenti. 

Ad un certo punto troviamo un grande cancello, oltre il quale si entra nella Foresta Proibita, una foresta vicino al Castello di Hogwarts il cui l'accesso è proibito agli studenti.

Si percorre un sentiero tra grandi alberi, immerso nella nebbia; questo luogo è popolato da strane creature, come ippogrifi e unicorni, oltre ad un numeroso gruppo di Acromantula, giganteschi ragni pelosi e con otto occhi... un'ambientazione decisamente da evitare per chi soffre di aracnofobia!

Dalla foresta si passa poi al Binario 9 3/4, un binario della stazione di King's Cross a Londra, da cui parte l'Espresso per Hogwarts. Nella storia di Harry Potter, per raggiungerlo bisogna passare attraverso un muro tra i binari nove e dieci. Per entrare, è importante non aver paura di andarci a sbattere contro.

Fermo al binario che L'Hogwarts Express, il treno a vapore che nella storia di Harry Potter fa una corsa tra Londra e la stazione di Hogsmeade circa sei volte l'anno e trasporta gli studenti al Castello di Hogwarts all'inizio e alla fine di ogni periodo di studi.

Facciamo un giro lungo il binario e passiamo attraverso le carrozze del treno, arredate con diversi dettagli in perfetto stile Harry Potter.

Proseguiamo fin ad arrivare in un'area ristoro con un bar e il bancone dove vendono la famosa Burrobirra, una bevanda analcolica frizzantina al gusto di butterscotch, una caramella inglese a base di zucchero e burro. Sono disponibili la bevanda classica o il gelato dello stesso gusto, da assaporare in un contenitori usa e getta, oppure nel boccale o coppetta brandizzati che si possono portare a casa.

Dopo una piccola pausa continua il nostro tour nella parte esterna degli Studios. Qui troviamo il Nottetempo, un mezzo che maghi e streghe utilizzano per spostarsi. È un bus viola a tre piani, con al suo interno delle sedie di giorno e dei letti a castello di notte. Sempre all'esterno si trovano il Numero 4 di Privet Drive con la casa degli zii di Harry, il cottage dei Potter a Godric’s Hollow e il Ponte di Hogwarts.

Il Tour continua all’interno, in una sala dedicata alle creature magiche, dove vengono spiegate la loro costruzione e la realizzazione delle scene.qui si trovano folletti, giganti, creature acquatiche e molto altro.

Ci basta girare l'angolo per trovarci in Diagon Alley, la strada magica di Londra, dove nella saga i maghi possono fare i loro acquisti, tra cui bacchette magiche, libri, erbe magiche, gufi. Sicuramente l'ambientazione che abbiamo apprezzato di più, sembra di stare in una vera strada, circondati da negozi magici di ogni genere.

Dopo aver attraversato alcune sale con bozzetti e modellini usati per realizzare i diversi set, arriviamo nel salone dove si trova il modellino del imponente Castello di Hogwarts. E' davvero grande e imponente, curato nei minimi dettagli e reso ancora più spettacolare dalle luci che lo illuminano. Ogni quattro minuti c’è una simulazione del ciclo di luce giornaliero, quindi possiamo ammirarlo sia con la luce del giorno, sia con il buio della notte, percorrendo la passerella che lo circonda e permette di vederlo da tutte le angolazioni.

Più avanti troviamo la stanza delle bacchette magiche, dove le pareti sono ricoperte di scatole di bacchette che riportano i nomi di tutte le persone che hanno contribuito alla realizzazione del film, un tributo a tutti gli addetti ai lavori.

Si passa infine ad un fornitissimo gift shop, dove si può trovare veramente di tutto legato alla saga di Harry Potter. Le bacchette di tutti i personaggi (davvero care per la verità!), divise da Quidditch, sciarpe delle quattro case, quaderni e libri, animali di peluche, dolci  e molto altro... come si fa ad uscire a mani vuote?

Il ritrovo per salire sul bus del ritorno è alle 17.15. Ci presentiamo puntuali all'uscita e rientriamo a Londra felici e con il cuore pieno di ricordi per questa esperienza, che è piaciuta a tutta la famiglia.

© Copyright

All rights reserved

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta di NOICONLEVALIGIE.