20210825_115428 (Media).jpg
L'ALTO GARDA E I SUOI PANORAMI

Conoscete l'Alto Lago di Garda? Si tratta della parte settentrionale del omonimo specchio d'acqua, il più grande bacino idrico d'Italia, a cavallo tra Lombardia, Trentino e Veneto.

Al centro di questa zona si trova Riva del Garda, piccola cittadina considerata come la “perla del lago”, luogo dove le acque e i monti si incontrano, per dar vita a paesaggi suggestivi e ripide scogliere. Proprio Riva è stata la nostra base per scoprire questa zona ricca di borghi, scorci e panorami imperdibili che da qui si possono raggiungere facilmente. 

RIVA DEL GARDA

Riva del Garda è un borgo trentino incastonato tra le montagne e bagnato dalla punta settentrionale del Lago di Garda, a circa 40 km da Trento e 23 km da Rovereto.

RIVA DEL GARDA

Da non perdere il suo centro storico e la sua passeggiata sul lungolago, che offre diversi scorci per ammirare il lago e le sue tonalità azzurro-verdi. Accanto all'acqua si trovano diversi prati, per una pausa rilassante circondati dall'abbraccio delle montagne.

RIVA DEL GARDA
RIVA DEL GARDA

Sul lungolago si trova il Monumento ai Caduti del mare, una struttura imponente e suggestiva, che evoca il dramma di una nave che affonda. Situato sul lungolago, è intitolato ai Marinai d'Italia. Al suo interno si trova una grande ancora recuperata dai fondali.

RIVA DEL GARDA

Al termine della passeggiata del lungolago, su una piccola isola artificiale si trova la Rocca di Riva del Garda, un castello medievale, in passato fortificazione difensiva del porto, oggi sede del Museo dell’Alto Garda (MAG) dedicato alla storia e alla cultura del Garda settentrionale. 

Al suo interno offre sezioni permanenti e mostre temporanee, oltre ad uno spazio-laboratorio rivolto ai più piccoli e alle famiglie, con isole didattiche e giochi creativi, a cui si aggiungono la possibilità di sperimentare materiali e tecniche pittoriche. Nella Pinacoteca del Museo si possono ammirare i paesaggi ritratti da quei pittori che nell'Ottocento rimasero affascinati dagli scorci del Garda. Nella sezione dedicata all'Archeologia, si trovano reperti risalenti all'età del Rame. Le sale dedicate alla Storia raccontano il passato di Riva, tra dominazione scaligera, viscontea e veneziana.
Per chi visita il Museo, è possibile anche la salita al Mastio, la torre principale della Rocca, da cui si può ammirare un suggestivo panorama della città e del Lago di Garda.

RIVA DEL GARDA
RIVA DEL GARDA

Dalla Rocca ci si può addentrare nel centro storico, tra piazzette, vie e numerosi negozi. Qui si trova la Torre Apponale, simbolo della città, che svetta imponente sul centro abitato, con un'altezza di 34 metri. Alla sua sommità si trova la figura di un angelo, che è divenuto il simbolo di Riva.

RIVA DEL GARDA
RIVA DEL GARDA

DU LAC ET DU PARC GRAND RESORT

Proprio sul lungolago di Riva del Garda si affaccia il Du Lac et Du Parc Grand Resort, una hotel di lusso inserito in un bellissimo parco. Un luogo speciale, un'oasi di relax immersa nel centro abitato, ma protetto dalla confusione e dal viavai dei turisti.

Ai primi del ’900, dopo essere stato la residenza estiva del Barone von Torresani degli Asburgo, la proprietà venne trasformato in hotel dalla famiglia di albergatori austriaci Witzmann e successivamente rilevato dalla famiglia Zontini.

DU LAC ET DU PARC GRAND RESORT
DU LAC ET DU PARC GRAND RESORT

Costituito da un corpo centrale e da una serie di bungalow sparsi tra la vegetazione. La struttura dispone di due piscine all’aperto ed una piscina coperta, un club nautico con scuola di vela e windsurf, centro bike e mini club per bambini.

Un altro vanto del resort è la sua offerta gastronomica, con il ristorante principale Aria, con piatti ricercati e show cooking, il Molo 44 Lounge Bar & Bistrot che offre piatti della cucina mediterranea; e La Capannina, ristorante e pizzeria immerso nella vegetazione e aperto anche agli ospiti esterni al resort. Il tutti questi ristoranti, oltre alla qualità dei piatti serviti, non manca un occhio di riguardo per gli ospiti celiaci, con diverse proposte senza glutine.

Qui i nostri consigli per mangiare senza glutine sul Lago di Garda.

DU LAC ET DU PARC GRAND RESORT
DU LAC ET DU PARC GRAND RESORT
DU LAC ET DU PARC GRAND RESORT

Fiore all’occhiello del resort è il grande parco di 70.000 metri quadrati, che si affaccia direttamente sulla riva del lago. Qui si può trovare una fitta vegetazione subtropicale, intervallata da piccoli corsi d’acqua e laghetti: 200 specie di piante mediterranee ed esotiche che creano un ambiente davvero suggestivo.

DU LAC ET DU PARC GRAND RESORT

Anche la fauna è ricca e varia: non mancano anatre, nutrie, uccelli di vario genere, pesci e tartarughe nei laghetti. Una piacevole compagnia durante le passeggiate nel parco o i momenti a bordo piscina.

DU LAC ET DU PARC GRAND RESORT
DU LAC ET DU PARC GRAND RESORT
DU LAC ET DU PARC GRAND RESORT
DU LAC ET DU PARC GRAND RESORT

SENTIERO DEL PONALE

Il Sentiero del Ponale è un'escursione da non perdere quando si visita queste zone. Si tratta di una strada panoramica che costeggia il lago e parte proprio da Riva del Garda, non lontano dalla Rocca.

Per imboccare il sentiero bisogna dirigersi verso la centrale elettrica, percorrere un breve tratto la strada Gardesana e, poco prima della galleria, salire lungo la stradina a destra, che costeggia la montagna. Da qui inizia questa escursione, che permette di ammirare il lago di Garda da una posizione elevata.

SENTIERO DEL PONALE

Il Sentiero del Ponale fu costruito nel 1851 e collega Riva a Ledro. Fino al 1992 è stato aperto al traffico; dal 2004 la vecchia strada è diventata un percorso ciclo-pedonale, adatto a tutti, con una leggera ma costante salita, che si può intraprendere a piedi o in mountain bike. L'intero percorso andata e ritorno è di poco più di 20 km, ma c'è anche un tragitto ad anello, più breve ma comunque panoramico.

Lungo il percorso si incontrano diverse gallerie nella roccia, oltre a fortificazioni e trincee risalenti alla Prima Guerra Mondiale.

SENTIERO DEL PONALE

Percorrendo il sentiero ci si trova davanti un panorama sempre diverso, ad ogni curva un nuovo scorcio spettacolare. Durante il tragitto si incontrano anche cartelli informativi sulla flora e fauna del lago, oltre al racconto della storia  e della costruzione del Sentiero del Ponale.

SENTIERO DEL PONALE
SENTIERO DEL PONALE

LIMONE SUL GARDA

Questo affascinante borgo sul tratto bresciano del Lago di Garda, al confine con il Trentino Alto Adige, è famoso per le sue limonaie, per il suo aromatico olio extra vergine di oliva e per la longevità dei suoi abitanti, molti dei quali ultracentenari.

Località molto amata e frequentata in questa zona, Limone è costituito da una serie di viuzze disposte lungo la sponda nel lago, un labirinto di vicoli allegri e colorati, oltre al panoramico lungolago Marconi, con i suoi ristoranti, i suoi negozietti e le numerose panchine per sedersi ad ammirare il panorama sulla sponda opposta, quella veronese, con Malcesine e il monte Baldo in primo piano.

LIMONE SUL GARDA
LIMONE SUL GARDA

Percorrendo le vie del centro, tra fiori e case colorate, si raggiunge il Porto Vecchio, un riparo per piccole imbarcazioni private e un luogo di ritrovo per i turisti, che non perdono l'occasione di scattare foto e ammirare le abitazioni storiche che lo circondano.

LIMONE SUL GARDA
LIMONE SUL GARDA
LIMONE SUL GARDA

A Limone sul Garda tutto ruota intorno ai limoni, che si trovano dappertutto, dai cartelli con i nomi delle vie alle vetrine dei negozi, che propongono prodotti di vario tipo con questo frutto, dai dolci, ai saponi, alle decorazioni artigianali.
E a Limone non mancano certo le limonaie: tante sono quelle disposte addossate alla montagna, sul pendio che dal lago sale verso l'alto in un crinale ripido e scosceso. Alcune limonaie sono veri e propri musei visitabili, come la limonaia del Castél, quella di Villa Boghi e la limonaia del Tesol

Non si può parlare di Limone sul Garda senza citare la Ciclopista del Garda, inaugurata nell’estate del 2018. Si tratta di un percorso percorribile a piedi o in bicicletta, lungo 4 chilometri, che collega Limone sul Garda al confine con il Trentino. La sua particolarità, oltre alla bellezza dei suoi panorami, è che per alcuni tratti si sporge direttamente sul lago, rimanendo sospesa sull'acqua. 

Per ora il tratto percorribile è breve, ma c'è in previsione di proseguire con la ciclopista per nuovi tratti sul territorio trentino e bresciano. 

LIMONE SUL GARDA

TREMOSINE

Non lontano da Limone sul Garda si trova il comune di Tremosine, un comune "diffuso", composto da 18 frazioni distribuite su un'estesa area che va dal lungolago alla montagna.

La frazione più importante e conosciuta è Pieve, arroccata sulla roccia e dichiarata uno dei Borghi più belli d’Italia. Per raggiungere questo luogo si percorre la Strada della Forra, stretta e ricca di tornanti e gallerie naturali, dove la natura ha formato dei canyon grazie all'azione del fiume Brasa.

A Pieve ci sono diversi punti panoramici che permettono di ammirare lo stupendo panorama sul Lago di Garda. Il più famoso è la Terrazza del Brivido, una piattaforma sospesa che si trova all'interno dell'Hotel Paradiso, accessibile gratuitamente ai visitatori. Percorrendo le stradine del centro di Pieve, si può trovare poi un altro punto panoramico in prossimità del Ristorante Miralago.

PIEVE DI TREMOSINE
PIEVE DI TREMOSINE
PIEVE DI TREMOSINE

Oltre alla visita alla terrazza, nel borgo di Pieve di Tremosine vale la pena fare una passeggiata tra le tranquille viuzze del centro storico e soffermarsi a visitare la Chiesa Parrocchiale antica, che risale al VII secolo ma che fu ricostruita nel Cinquecento.

TREMOSINE

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

L'ALTO GARDA TRA CASCATE, LAGHETTI E BORGHI
L'ALTO GARDA TRA CASCATE, LAGHETTI E BORGHI
press to zoom
L'ALTO GARDA TRA STORIA VICINA E LONTANA
L'ALTO GARDA TRA STORIA VICINA E LONTANA
press to zoom
MANGIARE SENZA GLUTINE SUL LAGO DI GARDA
MANGIARE SENZA GLUTINE SUL LAGO DI GARDA
press to zoom
LEFAY LAGO DI GARDA
LEFAY LAGO DI GARDA
press to zoom

© Copyright

All rights reserved

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta di NOICONLEVALIGIE.