Iscriviti alla nostra newsletter

ESCURSIONI A SALALAH: LA ZONA AD EST DELLA CITTÀ

Durante i nostri viaggi a Salalah, nel sud dell'Oman, abbiamo avuto modo di esplorare la zona con una guida esperta, che ci ha mostrato le bellezze che circondano questa città.

Abbiamo fatto base una volta presso il Fanar Hotel & Residences e l'altra presso l'Al Baleed Resort Salalah by Anantara, organizzando gite di una giornata, ciascuna dedicata ad una zona specifica.

Abbiamo già raccontato della nostra visita della città di Salalah, ma andando un po' oltre il centro abitato si possono incontrare paesaggi davvero mozzafiato.

Ci siamo rivolti a Sumahram Falcon Tours, che organizza tour privati nella zona, in fuoristrada con guida parlante inglese.

Le escursioni proposte per visitare l'area circostante alla città di Salalah sono principalmente due: quella che permette di esplorare la zona ad est della città e quella che si addentra nella zona ovest.

Di seguito vi raccontiamo l'escursione nella zona ad est della città di Salalah, della durata di 8 ore circa.

 

Uno dei luoghi da non perdere è Ayn Sahalnoot, una sorgente di acqua immersa tra le montagne. Si trova a circa 20 minuti di auto dalla città di Salalah ed è un luogo incontaminato e tranquillo, dove è possibile passare del tempo, magari con un pic nic o un barbecue nelle zone attrezzate. Non è però possibile fare il bagno nel piccolo lago.

Attorno al bacino d'acqua turchese si ergono delle alte pareti di roccia calcarea, che assumono forme davvero spettacolari e scenografiche.

Sulla strada che porta a questo luogo, attraversando il Wadi Sahalnoot, è facile incontrare dei dromedari, che passeggiano indisturbati e noncuranti della presenza dei turisti.

Proseguendo il tour in questa zona, si può visitare il Tawi Atair Sinkhole, il sinkhole più famoso nel governatorato di Dhofar. Si tratta di una caverna il cui tetto è crollato, lasciando una grossa voragine all'interno della roccia calcarea.

Attraverso un piccolo percorso si può raggiungere la prossimità del sinkhole, per ammirare almeno in parte la sua profondità. Per i più temerari c'è anche un sentiero abbastanza ripido che permette la discesa.

Assolutamente da non perdere è la salita sulla Jabal Samhan, la montagna alta 2100 m che sovrasta la parte orientale della pianura di Salalah.

L'intera area è piena di grotte calcaree e doline e la cima piatta del monte ospita gruppi di leopardi arabi, animali che vivono in un'area protetta sulla parte superiore della montagna, che è chiusa al pubblico. I visitatori possono però raggiungere lo spettacolare punto panoramico a 1300 m di altezza, che offre una vista mozzafiato sui territori circostanti e sulla costa.

Qui si trova una breve passeggiata, con piccole insenature e aree pic nic dove sostare per una pausa rilassante davanti ad un bellissimo spettacolo della natura.

Lungo la strada si possono incontrare diverse piante di baobab con i loro frutti. La nostra guida ci ha raccontato essere ricchi di proprietà benefiche. Si tratta infatti di una fonte di vitamine, fibre e ferro, oltre ad avere proprietà antisettiche, antibatteriche e antinvecchiamento.

Abbiamo rotto il guscio duro di una di queste grosse sfere e ne abbiamo scoperto il contenuto, fatto di tante parti chiare, secche e friabili, che il nostro accompagnatore ci ha invitato ad assaggiare e noi, incuriositi, abbiamo accettato. La consistenza è secca e polverosa, il sapore è leggermente agrumato, non molto saporito, ma insolito.

Un luogo molto famosa e decisamente curioso in questa zona è il Salalah Anti Gravity Point, una strada dove si può vedere la propria auto salire sulla collina in folle, fino ad una velocità di anche 40-60 chilometri all'ora senza schiacciare l'acceleratore.

Ma non si tratta davvero di un punto anti-gravità, la gravità esiste eccome. Questa zona è in realtà una Gravity Hill, cioè “Una collina di gravità, nota anche come collina magnetica, collina misteriosa, luogo misterioso o strada gravitazionale, è un luogo in cui la disposizione della terra circostante produce un'illusione ottica, creando una leggera discesa che però sembra essere una salita" (Wikipedia).

Uno dei luoghi più conosciuti e amati di quest'area è Wadi Darbat.

I Wadi sono dei canyon tipici dell’Oman, più o meno profondi e solitamente alla loro base scorre un fiume che può essere permanente o presente solo dopo le piogge.

Wadi Darbat è caratterizzato da una natura rigogliosa, da una sorgente naturale e alcune grotte. 
Si tratta di una meta perfetta per passare del tempo per tutta la famiglia, con una gita in barca, un barbecue, una passeggiata o un pisolino sotto gli alberi. C'è anche un'area attrezzata con ristoranti e toilette. 

Qui non è difficile incontrare gruppi di cammelli che camminano sulle sponde dei fiumi, azzardando a volte un guado e passando a poca distanza dai turisti. Un incontro davvero speciale.

Non lontano dal Wadi si trova Taqah, piccolo villaggio di pescatori conosciuto soprattutto per il suo castello, ex residenza del Governatore.

Accanto al villaggio si trova poi il lungomare, con la sua distesa di spiaggia bianca assolutamente deserta, che si affaccia sull'acqua cristallina.

Si può salire su un un piccolo promontorio poco distante per ammirare dall'alto la vista sulla spiaggia e sul mare, una prospettiva speciale su questo angolo di paradiso... il modo perfetto per concludere una giornata ricca di emozioni.

© Copyright

All rights reserved

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta di NOICONLEVALIGIE.