"IL MIO LUOGO DEL CUORE IN 6 MOSSE" - BIMBINLOMBARDIA E IL LAGO DI COMO

Continua la nostra rubrica dove i blogger ci raccontano il luogo nel mondo che li ha colpiti di più, presentandolo in "6 mosse", cioè le 6 caratteristiche salienti che lo rendono speciale.

 

Oggi ospitiamo Irene e Massimo, del blog "BimbInLombardia".

Siamo Irene e Massimo, genitori di Francesca (sei anni) e Andrea (due mesi).

Nel nostro tempo libero amiamo scoprire le bellezze della Lombardia, la bellissima regione in cui viviamo, insieme ai nostri bambini. Amiamo frequentare la montagna durante tutto l’anno: in primavera/estate per le gite più impegnative, in autunno per ammirare il foliage, in inverno per i divertimenti sulla neve. Adoriamo il Lario, dove ci rifugiamo appena possiamo. Siamo appassionati di bicicletta e abbiamo percorso diverse ciclabili in Lombardia. Durante le giornate di brutto tempo, amiamo visitare musei e cercare attività interessanti sia per i bambini che per adulti nelle città d’arte. Sul blog raccontiamo quali sono le esperienze che ci sono piaciute maggiormente: seguiteci se volete prendere qualche spunto!

Il nostro posto del cuore è il Lago di Como.

Potremmo trovare mille ragioni per spiegare perché questo luogo sia stato più volte presentato dalla stampa internazionale come il lago più bello del mondo. Potremmo scrivere articoli chilometrici indicando i borghi nascosti, le passeggiate panoramiche, le spiagge sassose e gli scorci che per noi lo rendono unico; anche in quel caso, non riusciremmo ad essere esaustivi! Per capire come mai il ‘nostro’ lago si merita tanti riconoscimenti, c’è un solo modo: viverlo! Vi invitiamo a venire sul lago, passeggiare, cenare in un ristorantino vista lago al tramonto, fare il bagno in una della spiagge balneabili o prendere il battello per un tour... siamo sicuri che anche voi vi innamorerete di questo luogo! Vi presenteremo in questo articolo sei ragioni per cui noi amiamo il lago di Como.

1. Como

Como è la città più famosa che si affaccia sul lago che prende il suo nome. Un solo giorno non basta per visitarla e scoprire tutte le bellezze che racchiude. Consigliamo di raggiungerla in treno e, dalla stazione, giungere fino al Duomo, bellissimo esempio di arte tardo-gotica. La piazza del Duomo diventa lo scenario dello spettacolo Como città dei Balocchi. in scena ogni anno nel periodo natalizio: vengono proiettate luci colorate sugli edifici, al ritmo delle musiche delle feste. Un evento unico, emozionante per grandi e piccini!

Percorrendo le eleganti vie del centro, si raggiunge il lungolago: qui è d’obbligo una tappa ai due parche giochi pensati per i più piccoli, uno subito dopo l’imbarcadero, l’altro in prossimità del Tempio Voltiano. Da lì si prosegue, raggiungendo Villa Olmo, una strepitosa villa vista lago, dove vengono anche organizzate attività per bambini, ad esempio la caccia alle uova nel giardino retrostante per Pasqua. Merita una visita anche Brunate, raggiungibile con la cremagliera che parte dal lungolago: con una semplicissima passeggiata si arriva al Faro di Volta e alle tre croci a sbalzo su Como: uno dei punti più panoramici del Lario!

2. Lecco

"Quel ramo del lago di Como’" è il celebre incipit del capolavoro di Manzoni, "I Promessi Sposi", romanzo che ha reso famosa Lecco. Per gli appassionati, a settembre di ogni anno si svolge la Camminata Manzoniana, che ripercorre i luoghi che hanno ispirato Manzoni: vengono allestite delle postazioni con attori che recitano tratti dell’opera, con i costumi tradizionali. A Vercurago troviamo il Castello dell’Innominato, a Pescarenico il convento di Fra Cristoforo, nella frazione Castello la casa di Lucia.

Oltre ai percorsi manzoniani, merita una visita il lungolago (all’inizio del quale troviamo un parco giochi per bambini) e il centro con il famosissimo Matitone, il campanile del Duomo, simbolo della città. Presso Palazzo delle Paure vengono allestite mostre interessanti. L’evento più bello, secondo noi, è il Festival "Con la testa all’insù", in scena ad agosto: per tre giorni la città si riempie di acrobati, trampolieri, funamboli e spettacoli di suoni e colori davvero stupendi!

3. Varenna e Bellagio

Non hanno bisogno di presentazione le perle del Lario! 

Varenna, il borgo più romantico, vi farà innamorare: non per niente lì si trova la Passeggiata dell’amore, bellissima passerella lungolago, con la caratteristica ringhiera rossa. La passeggiata conduce nel centro del Paese, alla bellissima Chiesa di San Giorgio, dove ogni estate si tengono svariati concerti nell’ambito del Festival tra lago e monti. Proseguendo, si incontra Villa Monastero, famosa per il giardino a ridosso del lago, che in primavera si riempie di colori. Per gli amanti del trekking, imperdibile il Castello di Vezio: attenzione però che è abitato dai fantasmi e incontrerete anche dei pericolosi uccelli rapaci! I bambini dovranno essere coraggiosi!

Bellagio, sulla punta di terra che separa i due rami del Lago di Como, va vissuta perdendosi nelle vie del paese. Dal borgo di Posallo, fino a Villa Melzi, vi regalerà un’atmosfera magica! Meritano una visita la Basilica di San Giacomo e la Chiesa di San Giorgio!

4. Cicloopedonale Gera Lario/Dongo

Spostandoci verso l’Alto Lario, incontriamo la ciclopedonale che da Gera Lario, dopo il Ponte del Passo, conduce a Dongo. Un percorso adatto a tutti, che regala degli scorci stupendi. Lungo il tragitto si incontrano campeggi, in estate gremiti di turisti stranieri, baretti e chioschi. Stupenda Gravedona, con l’elegantissimo Palazzo Gallio e Santa Mara del Tiglio, caratteristica chiesina in pietra che si affaccia sul Lario. Vi consigliamo di non perdervi lo spettacolo offerto da questo tratto di lago al tramonto e, se proprio volete lasciarci un pezzo di cuore, andate ai fuochi artificiali di ferragosto di Gravedona!

5. Greenway e Sentiero del Viandante

Per gli amanti del trekking e delle escursioni, il Lario regala dei percorsi semplici e molto panoramici.

La sponda orientale, quella lecchese, è attraversata dal Sentiero del Viandante, un entusiasmante itinerario su antiche mulattiere che, attraverso borghi medievali e boschi incantati, conduce da Abbadia a Colico. Il percorso è lungo 40 km, ma può essere percorso a tappe, raggiungibili anche in treno.

Sulla sponda occidentale si trova la bellissima Greenway del Lago di Como: 10 km da Colonno a Griante, anche lungo l’Antica via Regina. Il nostro tratto preferito e’ indubbiamente da Lenno (dove merita una visita la Villa del Balbianello) ad Ossuccio (dove si trovano le bellissime chiesine in pietra dei Santi Giacomo e Filippo e di Santa Maddalena, splendidi esempi di architettura romanica), proprio di fronte all’Isola Comacina.

6. Gli scorci unici

Se siete arrivati a leggere fino a qui, vi sarete già convinti della bellezza del lago. Ma non è tutto!

Il Lago di Como offre dei piccoli angoli di Paradiso, unici al mondo. Andate al Castello di Lierna al tramonto, all’Abbazia di Piona a Colico, al Ponte della Civera di Nesso, all’Orrido di Bellano, al frantoio del Crotto di Biosio, il più a Nord d’Europa, a Villa Carlotta o sul lungolago a Cernobbio: rimarrete a bocca aperta! Sul nostro blog trovate già i racconti delle visite a molti di questi luoghi e, nei prossimi mesi, ne pubblicheremo altri, fino a coprire tutte le meraviglie che vi abbiamo indicato. Seguiteci sulla pagina Facebook e su Instagram per rimanere aggiornati!

© Copyright

All rights reserved

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta di NOICONLEVALIGIE.