"IL MIO LUOGO DEL CUORE IN 6 MOSSE" - CENTRIFUGATO DI MAMMA E REPUBBLICA DOMINICANA
09 maggio 2018

Continua la nostra rubrica dove i blogger ci raccontano il luogo nel mondo che li ha colpiti di più, presentandolo in "6 mosse", cioè le 6 caratteristiche salienti che lo rendono speciale.

 

Oggi ospitiamo Flavia, del blog "Centrifugato di mamma".

Sogno aerei e paesi esotici da quando ho memoria.

Dopo una breve esperienza in Egitto nel 2002 torno in Italia, mi sposo, lavoro e sembra che tutto proceda ben incasellato. Ma il sogno di viaggiare e di vivere all’estero non mi abbandona.

Nel 2005 (?) io e il mio, di lì a breve, marito veniamo per la prima volta in Repubblica Dominicana e.. un pezzo di cuore rimane qui. Il desiderio di tornare si fa sempre più forte finché nel 2012 decidiamo di trasferirci su questa splendida isola, dove ormai abitiamo da 6 anni e di cui spesso raccontiamo, insieme alle nostre avventure come famiglia, e come famiglia expat, nel nostro blog “centrifugato di mamma”.

Ecco 6 motivi per visitare questo splendido Paese.

1. Mare e clima

Non posso negare che la prima cosa che ci ha letteralmente stregato sia stato il mare.

La bellezza del mare caraibico è innegabile. Acque cristalline, colori meravigliosi sia di giorno che al tramonto. Spiagge di sabbia bianca o dorata e le rigogliose palme circondano questa meraviglia naturale. Il mar caraibico bagna l’isola nella parte sud mentre al nord, dove viviamo noi, si ha a che fare con l’oceano. Meno tranquillo, ma dai colori vividi e forti come le sue onde.
Io ho sempre patito il freddo. Il mio sogno è sempre stato poter vivere al caldo sempre. Ed eccoci qui. Nonostante alcuni mesi all’anno siano caratterizzati dalle piogge, non si scende mai sotto i 18/20 gradi. Un paradiso per me!

2. Le balene

Io ho scoperto questo aspetto dopo essermi trasferita a vivere qui in Repubblica Dominicana, ma a chiunque mi chiede consigli per una vacanza, suggerisco sempre, se possibile, di includere una visita al santuario delle balene di Samanà.

Se pensate di venire in Repubblica Dominicana tra la fine di gennaio e la metà di marzo vi troverete infatti nel periodo ideale in cui incontrare da molto vicino questi grossi cetacei, che dalle fredde acque del Nord America scendono ogni anni in questo periodo per ritrovarsi nella baia di Samanà, mettere al mondo e curare i “piccoli” cuccioli e poi ripartire nuovamente verso nord.  E’ un’esperienza assolutamente meravigliosa ed emozionante.

3. Musica e sorrisi

Una delle prime cose che ti colpisce quando metti piede in territorio dominicano è il turbinio di musica, colori e sorridi che ti circonda. Clima festoso che ha il suo apogeo a febbraio durante il periodo del carnevale (che nella maggior parte delle città viene festeggiato tutto il mese). Ma anche senza feste particolari ogni occasione è buona per far festa. La gente ti saluta anche 100 volte al giorno. Li vedi ballare sempre e comunque. Nonostante tutto.
Un bel insegnamento che negli anni stiamo cercando di fare nostro.

4. Varietà di paesaggi

Quando pensi alla Repubblica Dominicana spesso pensi solo a mare, sole e palme. Certo come dicevo prima, queste cose ci sono e sono meravigliose. Ma spostandosi un po’ dai percorsi più turistici si possono trovare degli scenari meravigliosi. E paesaggi completamente diversi. Puoi ritrovarti in piena montagna circondato da casette in stile chalet, ai piedi di cascate bellissime, su fiumi larghi e tranquilli dove navigare lenti sulle zattere o cavalcare altri fiumi ripidi e dalle forti correnti facendo rafting. Dopo anni che vivo qui inizio a capire perché il motto della Repubblica Dominicana sia “Republica Dominicana lo tiene todo” (in Repubblica Dominicana c’è di tutto).

5. Ritmi lenti

Quando siamo venuti via dall’Italia, uno dei nostri obiettivi era quello di riprenderci del tempo per noi, come coppia e come famiglia. E la Repubblica Dominicana si è rivelato il Paese ideale. La lentezza all’inizio ci snervava perché difficile da comprendere ed accettare per chi era abituato come noi a correre sempre, ma pian piano ci si abitua e si inizia ad apprezzare il poter vivere ogni momento senza affannarsi. Il poter rallentare e godersi dei momenti di relax. Il potersi dedicare del tempo.
Anche lavorare (noi, ahimè, non viviamo di rendita ;) ) ha una velocità completamente diversa da quella a cui eravamo abituati. E si riesce a non farsi travolgere dallo stress.

6. Il mondo sottomarino

Con un marito istruttore di immersioni non potevamo che amare anche il mondo sottomarino di quest’isola. Mondo che riserva tantissime sorprese. Al sud potete trovare stelle marine bellissime già vicinissimo alla costa (attenzione a non tenerle troppo fuori dall’acqua anche solo per far le foto ;) ) . Al nord i colori del mondo subacqueo vi stupiranno! I coralli, grazia anche ad alcuni progetti di cura e salvaguardia, si stanno riformando e tante specie animali stanno tornando a far capolino. Non è infatti insolito vedere sbucare tra i coralli, ad esempio, dei cavallucci marini, o esser circondati da decine e decine di pesci variopinti.

© Copyright

All rights reserved

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta di NOICONLEVALIGIE.