ABU DHABI

October 27, 2016

Il nostro viaggio ad Abu Dhabi.

Dopo essere stati nel deserto (trovate il racconto qui) ci spostiamo ad Abu Dhabi per visitare questa città che è la capitale economica e politica degli Emirati Arabi Uniti e sta sviluppando negli ultimi anni anche la sua vocazione turistica.

La nostra scelta per vivere questa città, cade su quello che, oltre ad essere uno dei pochi hotel a sette stelle al mondo, è anche un landmark della città: l'Emirates Palace Hotel.

Questo hotel è l'emblema della città. Si tratta di un hotel enorme ed estremamente lussoso dove il livello dei servizi è tra i più alti al mondo. Dal momento in cui si varca la soglia ci si sente coccolati e l'attenzione al cliente è al centro della filosofia di tutto lo staff. Già al check-in si viene omaggiati con datteri e karkade, le signore ricevono un omaggio floreale e i bambini una polo brandizzata Emirates Palace.

Si viene accompagnati alla camera da una hostess che durante il percorso illustra il funzionamento dell'hotel, indicando ristoranti, caffetteria, shops, ecc.

All'interno dell'hotel ci sono numerosi ristoranti e una rinomatissima caffetteria dove si serve il famoso cappuccino con la foglia d'oro 24k.

La camera è di dimensioni generose ed è dotata di ogni genere di comfort ad eccezione della macchina del thé e del caffè, che in un albergo di questo livello, ci si aspetta di trovare.

All'esterno questo hotel offre dei giardini curatissimi con due piscine (una per adulti e una per bambini), oltre a campo da calcio, minitennis, una bellissima spiaggia attrezzata e un watersport molto attrezzato.

Vediamo però cosa si può visitare in questa città:

Sheik Zayed Grand mosque

La moschea principale di Abu Dhabi, nonché la più grande degli Emirati Arabi deve il suo nome a couli che l'ha fortemente voluta e finanziata, ovvero lo sceicco Sheikh Zayed bin Sultan Al Nahyan. La sua costruzione è durata undici anni dal 1996 al 2007 e occupa un'area di 30 ettari. Oltre alla sala di preghiera che può ospitare oltre 40mila fedeli, vi si può trovare anche una grande libreria (aperta solo per i cittadini degli Emirati Arabi) contenente libri religiosi, d'arte e di cultura islamica in molti lingue.

La visita è gratuita ed è soggetta ad un dress code molto rigoroso. Alle donne, qualora non siano coperte secondo le usanze dell'islam, vengono fornite gratuitamente delle tuniche nere.

Sono previsti anche dei tour guidati della durata di 45-60 minuti.

La moschea è molto bella e suggestiva e vale davvero la pena visitarla. Per la visita e le foto, considerate di dedicarle un'ora e mezza circa. Noi consigliamo di visitarla al tramonto quando le luci la rendono ancora più particolare.

The corniche

Nei mesi meno caldi è possibile passeggiare su questa splendida camminata di diversi chilometri addobbata da molte piante e tenso strutture che creano un piacevole ombreggiamento. Lungo la passeggiata troverete anche parchi giochi per bambini, aree ciclabili, percorsi pedonali, caffè e ristoranti. Da essa si può accedere inoltre alla Corniche Beach, un parco balneare sorvegliato da bagnini.

Ferrari world e Yas island

A circa 40 km dal centro città, si trova l'isola di Yas, dove nel mese di novembre si corre il campionato di formula 1. La principale attrattiva di quest'isola, oltre al circuito stesso, è il parco tematico Ferrari World. Si tratta del più grande parco dei divertimenti coperto al mondo in cui tutte le attrazioni sono in tema con il cavallino rampante. Esistono attrazioni per bimbi e per adulti. Da provare, per chi ama il brivido, la montagna russa con l'accelerazione più forte al mondo. Da lasciare senza fiato.

Al suo interno si trova anche una galleria con esposte alcuni modelli di automobili della casa di Maranello.

A seconda di quante attrazioni vogliate provare potreste dedicare alla visita del parco da mezza giornata ad una giornata intera.

Consigliamo di acquistare il biglietto già da casa per evitare lunghe file.

Emirates Palace

Se non avete avuto la fortuna di essere ospiti di questo hotel, potete comunque visitarne le aree comuni al piano terra e provare il famoso cappuccino con la foglia d'oro. La visita è gratuita ma è richiesto un abbigliamento consono. Non sono accettati pantaloncini corti e magliette sbracciate.

Centri commerciali

Sono numerosi i centri commerciali che potete trovare ad Abu Dhabi. Non sono scenografici come quelli di Dubai ma offrono ogni genere di negozio e sono tutti dotati di una food court con diverse opzioni per il cibo.

Ospedale dei Falconi

La visita all'ospedale dei falconi è davvero interessante. La falconeria è un costume radicato nelle popolazioni arabe ed è tuttora molto seguita e apprezzata. Appena entrati nell'ospedale si raggiunge la sala d'attesa, dove ci sono gli stalli sui quali i falconi feriti o malati aspettano la visita dello specialista. Durante la visita, si possono visitare anche delle sale operatorie e viene spiegata la storia della falconeria, le caratteristiche fisiche e i comportamenti di questi animali così veloci ed eleganti. L'ospedale, come molte strutture cittadine, chiude il venerdì.

 

Heritage village

L'heritage village è un piccolo complesso dove è possibile comprendere quale sia l'origine degli Emirati Arabi e  quale fosse lo stile di vita dei beduini che occupavano la regione prima della scoperta del petrolio nell'area. All'interno ci sono ricostruzioni di ambienti tipici della vita nel deserto con brevi spiegazioni. E' inoltre presente un piccolo museo dei minerali e delle armi e un museo con reperti risalenti agli anni in cui lo sviluppo della città si basava solo sulla pesca delle perle. Per visitare tutto è sufficiente fermarsi un ora e mezza circa ma ne vale la pena. All'uscita non è facile trovare un taxi. 

Per concludere Abu Dhabi è senz'altro meno spettacolare di Dubai e proprio per questo risulta essere più vera e, dunque, a noi è piaciuta di più della sua "sorella" più turistica.

Please reload