IN CAMPER IN NOVA SCOTIA (CANADA)

Continua il nostro racconto di viaggio nel Canada orientale.

Dopo la prima parte, dove vi abbiamo raccontato il nostro tour a Prince Edward Island, ci spostiamo in Nova Scotia per continuare in nostro on the road in camper.

19 agosto - CHARLOTTETOWN-PUGHWASH (206 Km, 3 ore)

Nel pomeriggio lasciamo Prince Edward Island percorrendo il Confederation Bridge, il ponte più lungo del mondo con i suoi 12,9 Km.

Arriviamo sulla costa della Nova Scotia, ci fermiamo per scattare qualche foto e poi ci dirigiamo verso in campeggio prenotato per stanotte: Gulf Shore Camping Park. Il campeggio ha pochi servizi, ma una bellissima vista sul mare e sul tramonto.

C'è un comodo accesso alla spiaggia, che risente molto delle maree: infatti verso sera è ampia e facilmente percorrivile, la mattina invece è quasi sparita.

20 agosto - PUGHWASH-HAVRE BOUCHER (212 Km, 3 ore)

Lasciamo il campeggio per dirigerci alla Sugar Moon Farm, capanna in mezzo al bosco dove viene prodotto lo sciroppo d'acero. Arriviamo che è ora di pranzo e ci gustiamo subito il piatto della casa: pancake ai mirtilli con salsicce, fagioli... e naturalmente sciroppo d'acero. Per dessert un bel gelato fatto in casa al gusto di... sciroppo d'acero ovviamente!

QUI le nostre indicazioni per mangiare senza glutine in Nova Scotia.

Dopo pranzo facciamo un piccolo tour guidato del luogo, dove la proprietaria ci spiega i diversi passaggi della lavorazione dello sciroppo.

Nel pomeriggio arriviamo all'Hyclass Ocean Campground, che si affaccia su una parte di mare molto riparata. Dopo esserci sistemati, affittiamo un pedalò per un piccolo giro in acqua.

21 agosto - HAVRE BOUCHER-CHETICAMP (161 Km, 2 ore)

Ci dirigiamo verso Cape Breton, la zona a nord est della Nova Scotia.

La prima tappa è la Glenora Distillery, distilleria che produce whisky single malt scozzese dagli inizi dell'800.

Pranziamo (QUI le nostre indicazioni per mangiare senza glutine in Nova Scotia) e poi partecipiamo al tour guidato che mostra la catena produttiva che ancora oggi realizza il loro whisky.

Non manca un assaggio finale del prodotto.

Proseguiamo la nostra strada e ci fermiamo poi sull'ampia spiaggia di Inverness, dove Lorenzo gioca con le onde e noi prendiamo il sole.

In serata arriviamo al Plage St-Pierre Campground e prepariamo un bel barbecue per cena.

22 agosto - CHETICAMP-DINGWALL (135 Km, 3 ore e 15 minuti)

Partiamo per il Cabot Trail, una strada panoramica che è lunga 298 km, compiendo un giro completo della parte settentrionale di Breton Island e attraversando il Cape Breton Highlands National Park. Qui è tutto un susseguirsi di panorami spettacolari e paesaggi costieri molto suggestivi.

Ci fermiamo a MakIntosh Brook, dove facciamo una facile passeggiata nel bosco, fino a raggiungere delle piccole cascate.

Ripartiamo poi per Meat Cove, il punto più a nord della Nova Scotia. Per raggiungerlo bisogna percorrere una strada abbastanza impegnativa, larga, ma con salite e discese importanti. Alla fine ci sono anche 7 Km di strada sterrata.

Però la fatica per arrivare è ampiamente ripagata dallo spettacolo che troviamo davanti a noi. E' un posto molto tranquillo, c'è solo qualche turista qua e là.

Dopo aver ammirato il panorama dall'alto, ci spostiamo sulla spiaggia sottostante. Anche qui c'è poca gente e possiamo fare una passeggiata in assoluta tranquillità.

Dopo questa bella escursione, ci dirigiamo al nostro campeggio, l'Hideaway Campground, in una bellissima zona immersa nei boschi.

Facciamo subito una passeggiata nella natura, fino ad arrivare ad un ruscello dove spesso vanno le alci ad abbeverarsi, poi non ci perdiamo un assaggio di ostriche freschissime nell'Oyster Market del campeggio. Una vera squisitezza!

23 agosto - DINGWALL-BADDECK (140 Km, 2 ore)

Partiamo per l'ultima parte del Cabot Trail e ci fermiamo a Green Cove, una zona panoramica con delle spettacolari rocce a picco sul mare.

Facciamo una passeggiata lungo il percorso indicato, tra rocce, piccole pozze d'acqua e sentieri. Lorenzo si diverte molto perchè adora "scalare" i massi un po' più alti.

Ci spostiamo poi alla spiaggia di Ingonish, dove però incomincia a piovere e non riusciamo a fare la passeggiata che avevamo programmato.

Proseguiamo quindi sulla strada verso Baddeck, dove c'è il nostro campeggio, il Baddeck Cabot Trail Campground.

24 agosto - BADDECK-TRURO (270 Km, 2 ore e 50 minuti)

Giornata di trasferimento verso la parte ovest della Nova Scotia. Arriviamo nel pomeriggio a Truro e ci sistemiamo allo Scotia Pine Campground.

25 agosto - TRURO-KINGSTON (171 Km, 2 ore)

Dedichiamo la maggior parte della giornata alla visita dello Shubenacadie Wildlife Park, un parco di 40 ettari, dove vivono animali della fauna canadese nati in cattività, che provengono dai diversi zoo del Nord America, o animali feriti, che vengono curati e poi lasciati liberi di tornare nella natura se le loro condizioni lo consentono.

Si tratta di una visita interessante e divertente, che Lorenzo apprezza molto, ma che piace anche a noi adulti.

Ci rimettiamo in moto e raggiungiamo nel tardo pomeriggio il nostro campeggio, il Klahanie Kamping.

26 agosto - KINGSTON-DIGBY (95 Km, 1 ora)

Partiamo con un cielo grigio e aria di tempesta.

Arriviamo con la pioggia a Fort Anne, un vecchio forte inglese del '700. Attendiamo che il tempo migliori, poi iniziamo la nostra visita, girando tra le varie costruzioni del luogo, tra cui l'edificio in cui si conservava la polvere da sparo e la prigione. Ci spostiamo poi nella zona più esterna, vicina al mare.

La tappa successiva è il villaggio di Bear River, descritto dalle guide come un luogo pittoresco, quasi imperdibile... in realtà si tratta di un agglomerato di poche case e nulla più.

Ultima tappa di oggi è la cittadina di Digby, dove facciamo una passeggiata sul lungomare e acquistiamo alcune delle famose cappesante locali, che useremo per preparare una bella cenetta appena raggiunto il campeggio, il Fundy Spry Campground, dove staremo per due notti.

27 agosto - DIGBY-WESTPORT-DIGBY (138 Km + 2 ferry, 2 ore e 30 minuti)

Oggi è il giorno tanto atteso della crociera per avvistare le balene.

Partiamo per Long Island, raggiungibile con un veloce traghetto che trasporta persone e mezzi.

Arriviamo a Freeport e nel primo pomeriggio partiamo per una crociera organizzata da Freeport Whale & Seabird Tours, su una piccola imbarcazione aperta.

Ci dirigiamo verso il centro della Bay of Fundy, dove si incomincia a scorgere qualche schiena scura che spunta dall'acqua, oltre ad una serie di delfini che ci fanno compagnia.

Dopo un po' ecco che iniziamo a vedere qualcosa di più, sempre più da vicino. La nostra imbarcazione è piccola, quindi riusciamo ad avvicinarci molto alle balene. Ce ne sono diverse, anche una mamma con un cucciolo. E' un'emozione indescrivibile! Alcune mostrano la coda, altre spruzzano, quasi come per salutarci. Lorenzo non sa più da che parte guardare e anche noi siamo davvero impressionati da questo spettacolo della natura.

Dopo un paio d'ore di avvistamenti, è tempo di tornare al porto. Lorenzo è talmente stanco per le mille emozioni provate che si addormenta all'istante su una panca della barca e si fa una lunga dormita.

Dopo la crociera, sulla via del ritorno ci fermiamo alla Balancing Rock, una particolare scogliera con una grossa roccia in bilico, osservabile da una piattaforma raggiungibile con una camminata di circa 20 minuti nel bosco.

28 agosto - DIGBY-RIVERPORT (200 Km, 3 ore e 45 minuti)

Ci dirigiamo verso il Kejimkujik National Park, dove percorriamo due dei sentieri consigliati.

Il primo è un breve percorso nel bosco, il secondo è un tragitto un po' più lungo (circa 30 minuti), lungo un fiume e delle cascate.

Ci fermiamo poi per pranzare sulla riva di un pittoresco laghetto. Dopo pranzo decidiamo di testare la temperatura dell'acqua e, inaspettatamente, è anche piacevole, per nulla fredda.

Ci sono molti altri percorsi, ma non abbiamo molto tempo e dobbiamo ripartire.

Infine ci dirigimo verso Riverport, dove ci aspetta The Ovens National Park, con all'interno l'omonimo campeggio, direttamente con vista sul mare.

Si tratta di una zona un tempo famosa tra i cercatori d'oro. Con pochi dollari i visitatori possono provare l'esperienza di cercare frammenti d'oro con appositi setacci all'interno delle acque dei ruscelli. Forse qualche briciola l'abbiamo trovata... ma che difficoltà!

29 agosto - RIVERPORT-HALIFAX (170 Km, 2 ore e 30 minuti)

Prima di lasciare il campeggio, percorriamo il vicino Sea Cave Trail, una spettacolare passeggiata sulle scogliere modellate dalle onde del mare, tra le quali si sono formate diverse caverne, gli "Ovens" da cui la zona prende il nome.

Ci dirigiamo poi verso la cittadina di Lunenburg, un delizioso villaggio di pescatori sulla costa sud della Nova Scotia. Venne fondata nel 1753 e nel 1995 è stata inserita tra i Patrimoni dell'umanità dell'UNESCO.

Un luogo molto suggestivo, ricco di casette di legno colorate, pescherecci e negozietti tipici. Una tappa che merita assolutamente di non essere tralasciata.

Non molto lontano c'è un altro luogo molto famoso: Peggy's Cove, ancora un piccolo paese di pescatori molto suggestivo e pittoresco.

Adiacente alle abitazioni c'è anche un faro, che sovrasta l'imponente scogliera sul mare.

Terminata la visita, ci dirigiamo velocemente all'ultimo campeggio di questo viaggio, lo Shubie Park Campground, nella periferia di Halifax.

Non ci resta che fare le valigie: domani mattina dobbiamo riconsegnare il camper al noleggio.

 

Presto online la terza parte del nostro itinerario: la città di Halifax.

© Copyright

All rights reserved

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta di NOICONLEVALIGIE.