VALENCIA: LA CITTA' DELLE ARTI E DELLA SCIENZA CON I BAMBINI

Durante una visita della città di Valencia, è sicuramente imperdibile la Ciutat de les Arts i les Ciències, un complesso architettonico dall'aspetto futuristico, progettato dagli architetti Santiago Calatrava e Félix Candela ed iniziato nel luglio 1996. Sorge sul vecchio letto del fiume Turia e copre una superficie 350.000 metri quadrati.

CITTA' DELLE ARTI E DELLA SCIENZA
CITTA' DELLE ARTI E DELLA SCIENZA
CITTA' DELLE ARTI E DELLA SCIENZA

La struttura si focalizza su tre aree tematiche (scienza, arte e natura) e si articola in cinque differenti strutture:

  • Museo delle scienze Principe Felipe, un museo scientifico interattivo;

  • Hemisfèric, che ospita un grande cinema IMAX;

  • Oceanografic, uno dei più grandi acquari d'Europa;

  • Umbracle, un parcheggio coperto e una passeggiata panoramica di circa 320 metri all'interno di un giardino botanico;

  • Palau de les Arts Reina Sofía, destinato alle arti sceniche, come musica, danza e teatro;

  • Pont de l'Assut de l'Or, uno spettacolare ponte con un pilone di 125 metri di altezza, il punto più alto di tutta la città;

  • Ágora, una piazza coperta, dedicata a convegni ed eventi sportivi.

CITTA' DELLE ARTI E DELLA SCIENZA
CITTA' DELLE ARTI E DELLA SCIENZA

Questo luogo merita anche solo una visita dei suoi spazi esterni, davvero spettacolari e innovativi, con un mix di colore bianco, cemento e acqua che lo rendono speciale. Ci sono poi diverse installazioni artistiche che completano il quadro originale e avveniristico. Un luogo perfetto per tutta la famiglia, con attività per grandi e piccoli.

CITTA' DELLE ARTI E DELLA SCIENZA
CITTA' DELLE ARTI E DELLA SCIENZA

Noi abbiamo strutturato la visita di questa zona su due giorni, per poter visitare tutto con calma.

Il primo giorno è stato dedicato al Museo delle scienze Principe Felipe, suddiviso su tre piani principali di circa 8000 metri quadrati ciascuno, con esposizioni temporanee e permanenti dedicate alla Scienza. E’ il più grande museo di tutta la Spagna e la piena interattività è una delle sue caratteristiche speciali: il suo motto è infatti "Proibito non toccare, non sentire, non pensare". Un motto che è il sogno di ogni bambino... e anche adulto! 

Le varie zone danno spazio a temi diversi, adatti a tutte le età.

C'è un'ampia mostra dedicata a Marte, con molte curiosità e informazioni interessanti relative al pianeta rosso e allo spazio in generale.

MUSEO DELLA SCIENZA PRINCIPE FELIPE
MUSEO DELLA SCIENZA PRINCIPE FELIPE

Si trovano poi diverse sale dedicate ai dinosauri, con esemplari di scheletri e fossili di diverso tipo, oltre a tante curiosità sul loro habitat e le loro abitudini nel Mesozoico.

MUSEO DELLA SCIENZA PRINCIPE FELIPE
MUSEO DELLA SCIENZA PRINCIPE FELIPE
MUSEO DELLA SCIENZA PRINCIPE FELIPE

La parte più corposa del museo è quella dedicata al DNA, ai cromosomi e a tutto ciò che ad essi è collegato. Qui si trova la Foresta dei cromosomi, 23 coppie di giganti cromosomi, che rappresentano il genoma della specie umana su larga scala. Attraverso le varie postazioni interattive si può poi scoprire molti aspetti legati al corpo umano, alla sua struttura e al suo funzionamento, come quanta acqua c'è al suo interno, qual è la nostra composizione chimica, dove va il sangue quando lascia il cuore.

MUSEO DELLA SCIENZA PRINCIPE FELIPE

Altre aree molto amate e frequentate sono quella del Pendolo di Foucault, le incubatrici per la schiusa delle uova e la nascita dei pulcini, l'area dedicata al Mar Mediterraneo e ai suoi aspetti di biodiversità, la mostra interattiva sulla memoria. C'è poi un'area con attività organizzate per bambini fino agli 8 anni, aperta ad orari stabiliti.

MUSEO DELLA SCIENZA PRINCIPE FELIPE
MUSEO DELLA SCIENZA PRINCIPE FELIPE
MUSEO DELLA SCIENZA PRINCIPE FELIPE

Al secondo piano è inoltre presente El legado de la ciencia (il lascito della scienza) in cui è presente un'esposizione sulla vita e le opere dei Premi Nobel Severo OchoaSantiago Ramón y Cajal e Jean Dausset.

 

Anche dall'interno è piacevole ammirare la particolare struttura dell'edificio, con una forma che ricorda vagamente lo scheletro di un enorme dinosauro. Le numerose vetrate permettono di guardare fuori gli altri edifici della Città della Scienza e il parco della Turia circostante.

Al piano terra è possibile anche prendere un caffè o pranzare al ristorante italiano con menù a la carte (QUI le nostre indicazioni per mangiare senza glutine a Valencia).

MUSEO DELLA SCIENZA PRINCIPE FELIPE

L'intrattenimento non manca nemmeno nelle aree esterne, dove i diversi specchi di'acqua sono la sede di attività ludiche a pagamento.

Nella vasca vicina al Museo della scienza si possono affittare paddleboard a pedali, piccole barche a remi, canoe a due posti. Il prezzo è abbastanza contenuto e il giro dura 10 minuti.

CITTA' DELLE ARTI E DELLA SCIENZA

Nella vasca vicino all'Hemisfèric si trovano invece le Waterballs, delle bolle di plastica di due metri di diametro, all’interno delle quali i partecipanti scivolano e rotolano sopra l’acqua. Questa attività è praticata anche dagli astronauti che devono raffinare il proprio equilibrio durante l'addestramento prima di partire per lo spazio in assenza di gravità.

Un'attività molto amata dai bambini, ma anche dagli adulti. Ci potrebbe essere un po' di fila. 

CITTA' DELLE ARTI E DELLA SCIENZA

Prima di concludere la nostra giornata, abbiamo assistito ad una proiezione nel grande cinema IMAX dell’Hemisfèric.

Questa particolare struttura è stata creata sulla forma della metà di un occhio che diventa intero grazie al riflesso simmetrico sull’acqua.

All'interno l'edificio ospita uno speciale cinema con un immenso schermo ovale che avvolge la vista degli spettatori. Seduti su comode poltrone, con cuffie che traducono il film in italiano, seguiamo una proiezione di 40 minuti sulla futura spedizione su Marte, con la sensazione di essere proprio dentro la scena, grazie alle particolari caratteristiche della sala.

E' opportuno prenotare per tempo il proprio posto in questo cinema, scegliendo direttamente online la proiezione e l'orario che si preferiscono. Ci sono film di vario genere e adatti alle varie fasce d'età.

CITTA' DELLE ARTI E DELLA SCIENZA

La nostra seconda giornata è stata invece dedicata alla visita dell'Oceanografic.

Si tratta del più grande parco marino d'Europa, con una struttura che richiama l'aspetto futuristico degli edifici visitati il giorno e ospita sette zone marine diverse, con circa 500 specie di animali marini. Una grande attrattiva per i bambini, ma un luogo appassionante anche per gli adulti.

OCEANOGRAFIC

La visita vale la pena anche solo per i bellissimi edifici e le curate ambientazioni che compongono questo parco, con aree distribuite all'interno e all'esterno. 

OCEANOGRAFIC
OCEANOGRAFIC
OCEANOGRAFIC

Il complesso è diviso in zone che riproducono i diversi ambienti marini presenti sulla Terra: zone umide, temperate e tropicali, isole, oceano, Artide e Antartide.

OCEANOGRAFIC
OCEANOGRAFIC
OCEANOGRAFIC

Numerose sono le aree sotterranee con spettacolari vasche per ammirare pesci di ogni genere. La più suggestiva è sicuramente il tunnel sottomarino della lunghezza di 70 metri, dentro al quale ci si sente davvero immersi nell'acqua, circondati dai pesci. 

Ci sono poi diverse vasche con differenti specie di meduse, grandi giardini tropicali sottomarini, l'acquario dei beluga e degli squali.

OCEANOGRAFIC
OCEANOGRAFIC
OCEANOGRAFIC
OCEANOGRAFIC
OCEANOGRAFIC

Per un pranzo o una cena di lusso, è possibile mangiare al ristorante sottomarino nel cuore del parco, circondato da vetrate su un acquario pieno di pesci argentati. Un luogo davvero suggestivo ed elegante, con prezzi abbastanza alti, ma in linea con lo stile del locale. Ci sono poi soluzioni diverse per un pranzo più veloce e modesto, come il self service, l'haburgeria e un altro ristorante.

OCEANOGRAFIC

Uno spettacolo imperdibile durante la visita all'Oceanografic è quello dei delfini nel grande delfinario dedicato. Ci sono diversi momenti nell'arco della giornata in cui si possono vedere le evoluzioni di questi intelligenti animali e scoprire qualcosa di più sulla loro vita.

Lo spettacolo dura circa mezz'ora e consigliamo di prendere posto per tempo sugli spalti, vista la numerosa affluenza.

In base a ciò che si vuole visitare in questa struttura, è possibile acquistare biglietti singoli o combinati. Ad ogni attrazione ci sono biglietterie, ma noi abbiamo preferito comprare gli ingressi online, direttamente sul loro sito, in modo da evitare code e assicurarci un posto per la proiezione IMAX, scegliendo film e orario che più ci interessava.

La Città delle Arti e della Scienza ci è davvero piaciuta, una tappa speciale durante la nostra visita a Valencia, due giornate intense e ricche di emozioni!

OCEANOGRAFIC

Come si è potuto intuire, in generale la Città delle Arti e della Scienza ci è davvero piaciuta, una tappa speciale durante la nostra visita a Valencia, due giornate intense e ricche di emozioni e di esperienze nuove, tra costruzioni futuristiche e originali, esperimenti scientifici, mondi sottomarini e innovazioni tecnologiche. 

Quindi giudizio super positivo, un luogo che consigliamo assolutamente, anche, o meglio, soprattutto con i bambini!

CITTA' DELLE ARTI E DELLA SCIENZA

In base a ciò che si vuole visitare in questa struttura, è possibile acquistare biglietti singoli o combinati. Ad ogni attrazione ci sono biglietterie, ma noi abbiamo preferito comprare gli ingressi online, direttamente sul loro sito, in modo da evitare code e assicurarci un posto per la proiezione IMAX, scegliendo film e orario che più ci interessava.

 

Qui trovate il video riassuntivo della nostra bellissima esperienza a Valencia.

QUI l'itinerario completo dei nostri 4 giorni a Valencia.

 

 

© Copyright

All rights reserved

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta di NOICONLEVALIGIE.