IMG_6512 (Media).JPG
ALLA SCOPERTA DELL'ENTROTERRA VENEZIANO, TRA VILLE D'EPOCA, ANTICHI MULINI E LUOGHI SPECIALI IN CUI DORMIRE

Dopo la bella esperienza a Burano, la nostra esplorazione della zona di Venezia continua con l'entroterra, quella zona che viene chiamato Città metropolitana di Venezia, una realtà eterogenea che unisce all'interno di un unico territorio più circondari, tra cui Chioggia, ​la Riviera del Brenta, il Miranese.​ Una porzione molto vasta e ricca di luoghi da esplorare.

Ci dirigiamo a Mirano, dove ci aspetta una dimora speciale: alloggiamo al Glamping Canonici di San Marco, un luogo, immerso tra campi di grano e frutteti e composto da splendide e spaziose tende dotate di tutti i comfort. Insomma, un campeggio glamour per vivere la natura senza rinunciare alla comodità e allo stile.

GLAMPING CANONICI DI SAN MARCO
GLAMPING CANONICI DI SAN MARCO

Ogni tenda ha il suo stile, i suoi oggetti d'arredo speciali, spazi ampi ed accoglienti. Noi alloggiamo nella Luxury Tent Suite Bamboo, una dimora divisa in due ambienti, con un’antico e tradizionale letto matrimoniale in “argentone”, un imponente lampadario in ferro e legno, divani/letto, sedie di design in bamboo grigio, valigie in ferro rivisitate come tavolini e altri dettagli particolari.

All'esterno si trova uno spazio verde privato con lettini prendisole, sedie e tavolini, per immergersi un uno scenario a diretto contatto con la natura.

GLAMPING CANONICI DI SAN MARCO
GLAMPING CANONICI DI SAN MARCO
GLAMPING CANONICI DI SAN MARCO

Tutto attorno alle tende la vegetazione cresca rigogliosa. Alte piante di bamboo delimitano la zona, creando un vialetto che porta alle dimore e dà la sensazione di entrare in un ambiente lontano, esotico ed affascinante.

GLAMPING CANONICI DI SAN MARCO

Oltre alle tende, nella struttura si trova una costruzione principale, costituita da un'antica barchessa seicentesca su cui si affaccia una corte, dove passare momenti conviviali e di relax all’ombra del fico secolare che la domina, oppure gustare una colazione all'aperto nella bella stagione.

GLAMPING CANONICI DI SAN MARCO
GLAMPING CANONICI DI SAN MARCO
GLAMPING CANONICI DI SAN MARCO

La piccola Cantinetta che si trova nella Barchessa è un ambiente ricco di fascino, dove gustare vini artigianali di produttori locali, in un accogliente tinello dove emerge la storia contadina. Una sala perfetta per un aperitivo, ma che nei periodi più freddi viene usata anche come sala colazione, assieme ad un'altra presente nella struttura.

GLAMPING CANONICI DI SAN MARCO

Il Glamping offre ai suoi ospiti un piccolo servizio di ristorazione, che comprende la colazione, la possibilità di sorseggiare un aperitivo nel casale principale e di prenotare un cestino del pic nic per cenare direttamente nella veranda della propria tenda. Per quanto riguarda la proposta senza glutine, per la colazione la struttura dispone di un angolo gluten free, con una selezione di prodotti confezionati, oltre a formaggi, salumi, confetture e frutta. Per l'aperitivo, su richiesta vengono serviti cocktail e stuzzichini gluten free. Purtroppo il cestino del pic nic non può essere ordinato in versione senza glutine, perché pur avendo a disposizione piatti con ingredienti idonei, la struttura ha spiegato che non può garantire l'assenza di contaminazioni in fase di preparazione.

GLAMPING CANONICI DI SAN MARCO
GLAMPING CANONICI DI SAN MARCO

A pochi chilometri dal Glamping si trova l'Ostaria Nova di Mirano, un ristorante pizzeria situato nel settecentesco edificio di Villa Regazzetti, dove viene offerta una cucina tradizionale dell’entroterra veneziano, con piatti semplici e attenzione per le materie prime. La carta è ricca di proposte, molte delle quali anche senza glutine. 

Qui i nostri suggerimenti per mangiare senza glutine a Burano e nell'entroterra veneziano.

OSTARIA NOVA

Trovandoci a pochi passi dalla Riviera del Brenta, non mancano le ville storiche costruite ai tempi della Serenissima. Veri e propri palazzi, progettati da famosi architetti e affrescati da celebri artisti; luoghi dove i nobili veneziani soggiornavano durante la bella stagione, sia per godersi la campagna che per gestire i propri possedimenti.

Una di queste costruzioni storiche è Villa Widmann Rezzonico Foscari, costruita agli inizi del Settecento per volontà dei Serimann, nobili veneziani di origine persiana, poi acquistata dalla famiglia Widmann, che apportò delle modifiche per adeguarlo al gusto rococò francese.

Il complesso, situato in posizione strategica quasi a metà strada tra Venezia e Padova, è formato dalla Casa dominicale, dalla Barchessa e dalle Serre, dall’Oratorio, dal Giardino storico e dal Parco monumentale.

VILLA WIDMANN REZZONICO FOSCARI

La zona più preziosa e decorata della Villa è il salone principale, realizzata nel 1865 circa ad opera di due artisti, allora molto famosi nell’ambiente veneziano, Giuseppe Angeli e Gerolamo Mengozzi Colonna. 

L'area si eleva per due piani inframmezzati da un ballatoio, è completamente affrescato con toni chiari che danno luminosità all’ambiente. Le scene rappresentate si rifanno a storie e simboli della mitologia greca, come il ratto di Elena e il sacrificio di Ifigenia.

VILLA WIDMANN REZZONICO FOSCARI
VILLA WIDMANN REZZONICO FOSCARI
VILLA WIDMANN REZZONICO FOSCARI

A nord della Villa si estende il rigoglioso parco, dove tigli, cipressi e ippocastani fanno da sfondo a numerose statue in pietra tenera. Sul lato destro, oltre alla Barchessa che ospita una collezione di carrozze, si trova un romantico laghetto di creazione tardo-ottocentesca con numerosi cipressi di palude, che crescono direttamente con le radici nell'acqua. 

VILLA WIDMANN REZZONICO FOSCARI
VILLA WIDMANN REZZONICO FOSCARI

Villa Widmann è aperta per visite turistiche dal martedì alla domenica (e nei lunedì festivi) con orario 10.00 – 13.00 / 13.30 – 16.30. L'ingresso è a pagamento, con riduzioni per ragazzi dai 7 ai 12 anni, per gli over 65 e per gli studenti. Sono disponibili anche biglietti famiglie.

Non lontana da Villa Widmann Rezzonico Foscari si trova la piccola cittadina di Dolo, sorta lungo le rive del Brenta. La prima costruzione che si nota entrando nell'abitato è il Duomo, con il suo campanile che, con 80 metri d'altezza, è il secondo in Veneto dopo quello di San Marco a Venezia.

DOLO

Ma Dolo è rinomata soprattutto per il mulino ad acqua costruito intorno alla metà del Cinquecento, una grande risorsa economica per tutta la zona, compresa per la vicina Venezia. Ora le ruote non sono più in funzione, ma la costruzione è stata restaurata e trasformata in enoteche e ristoranti dove assaporare le specialità locali in un contesto speciale.

DOLO
DOLO

Proprio nei mulini si trova Al Cristoun ristorante pizzeria che dispone di un ricco menù con specialità locali, molte delle quali disponibili anche in versione senza glutine.

Qui i nostri suggerimenti per mangiare senza glutine a Burano e nell'entroterra veneziano.

AL CRISTO
AL CRISTO

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE...

ALLA SCOPERTA DI BURANO E MAZZORBO, TRA CASE COLORATE, ORTI E VIGNE
ALLA SCOPERTA DI BURANO E MAZZORBO, TRA CASE COLORATE, ORTI E VIGNE
press to zoom
MANGIARE SENZA GLUTINE A BURANO E NELL'ENTROTERRA VENEZIANO
MANGIARE SENZA GLUTINE A BURANO E NELL'ENTROTERRA VENEZIANO
press to zoom

© Copyright

All rights reserved

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta di NOICONLEVALIGIE.