Iscriviti alla nostra newsletter

UN WEEKEND A GENOVA TRA MARE, MUSEI E BUON CIBO

Abbiamo deciso di organizzare un weekend alla scoperta della città di Genova, scegliendo un fine settimana di ottobre, perché volevamo goderci il relax del mare in autunno, quando le spiagge non sono più affollate e si possono trovare una tranquillità e di un'atmosfera eccezionali.

Arriviamo in auto il venerdì sera e alloggiamo in zona Nervi, all'Hotel Villa Bonera, che si trova all'interno di una villa d'epoca con un bel cortile per parcheggiare le auto. La nostra camera è spaziosa, un po' più piccolo il bagno, ma comunque confortevole. Ottima colazione con torte e altri prodotti freschi, disponibili anche senza glutine su prenotazione.

QUI i nostri suggerimenti per mangiare senza glutine a Genova.

Il sabato mattina ci dirigiamo a Boccadasse, un antico borgo marinaro della città di Genova. L'intero borgo è di notevole interesse turistico, con le sue case colorate, la piazzetta che si apre sulla piccola baia, i suoi punti panoramici e la sua atmosfera d'altri tempi.

La piccola spiaggia di sassi e il sole caldo ci invogliano a fermarci per un momento di relax e di gioco. L'atmosfera è tranquilla e rilassata, senza in caos della città e senza la folla della stagione estiva.

Ci addentriamo poi tra le viuzze del borgo, tra le sue case, per ammirare ogni angolo e ogni scorcio pittoresco. Si tratta di un continuo saliscendi di scale e piccoli passaggi, con qualche accesso al mare attraverso scalinate.

A pranzo c'è l'imbarazzo della scelta: dai piccoli chioschi di focaccia ai diversi ristoranti che offrono piatti tipici locali e la possibilità di mangiare ancora all'aperto. 

QUI i nostri suggerimenti per mangiare senza glutine a Genova.

Si può poi proseguire la visita sul vicino Corso Italia, che si sviluppa per circa 2,5 km lungo il litorale collegando la zona della Foce con Boccadasse. Questa promenade molto cara ai genovesi è costellata di locali e stabilimenti balneari.

Il sabato pomeriggio è dedicato al quartiere di Nervi, nella parte più orientale di Genova.

Un tempo comune autonomo, nel 1926 questa zona venne aggregata alla città, anche se qui sembra davvero di trovarsi lontani dal caos della metropoli, in una piccola e tranquilla località di mare.

Il porticciolo è molto suggestivo, con la sua distesa di barche (i tipici "gozzi") messe a riposo una in fila all'altra.

Dal porto parte la romantica passeggiata intitolata ad Anita Garibaldi, che per 2 km si snoda lungo la scogliera che caratterizza questo tratto di costa. Qui si possono incontrare piccoli locali e qualche stabilimento balneare aperto nel periodo estivo.

È sempre bello ammirare un tramonto sul mare... e dalla passeggiata la vista è davvero bellissima. Un momento di pace e relax davvero impagabile!

La domenica mattina visitiamo il Galata - Museo del mare, al porto antico.

All'interno di una costruzione di vetro e acciaio, è il più grande museo marittimo del Mediterraneo, innovativo, tecnologico ed interattivo, perfetto per grandi e piccoli.

QUI la nostra esperienza al Galata - Museo del mare.

Dedichiamo la domenica pomeriggio ad una passeggiata nel centro storico di Genova, tra i vari palazzi d'epoca, aperti per l'iniziativa Rolli Days, giornate in cui la città celebra gli straordinari palazzi dell’aristocrazia genovese, che dal 2006 sono Patrimonio dell’Umanità UNESCO, aprendoli gratuitamente al pubblico. Questo evento si svolge due volte all'anno, i primavera e in autunno.

Non ci facciamo mancare una visita alla famosa Piazza De Ferrari, la principale piazza di Genova. Situata nel pieno centro della città, ne rappresenta il fulcro commerciale, finanziario ed economico, oltre ad essere principale punto di riferimento in occasione degli eventi più importanti della vita cittadina.

Visitiamo inoltre la Cattedrale di San Lorenzo, all'interno della quale è presente un oggetto abbastanza inusuale per una chiesa: un'enorme bomba inesplosa risalente al secondo conflitto mondiale, che, lanciata da una nave britannica, penetrò nel tetto della chiesa. Fortunatamente qualcosa non funzionò e la bomba non esplose. In realtà quella presente nella Chiesa è solo una copia perfetta della bomba, quindi nessun pericolo per i visitatori!

Prima di salutare il mare, ci dirigiamo a Bogliasco per un'ultima passeggiata. Si tratta di un piccolo paesino appena fuori da Genova, ad est della città. Piccolo e raccolto, ha una spiaggetta di sassi dove camminare e lasciarsi cullare dal rumore delle onde.

Noi siamo amanti del buon cibo e quando viaggiamo vicino o lontano ci piace assaggiare le specialità del luogo (anche Lorenzo ha ormai da tempo scoperto la sua passione la cucina gourmet).

A Genova non potevano mancare scorpacciate di pesce, dai crudi di mare ai primi piatti, dal pescato del giorno a freschissime ostriche accompagnate da un bel bicchiere di bollicine (solo per noi genitori eh... per il piccolo solo acqua!!!). E poi pesto e dolci golosi... tutto anche in versione senza glutine!

QUI i nostri suggerimenti per mangiare senza glutine a Genova.

Un weekend davvero rigenerante, è sempre un piacere sentire il profumo del mare, anche fuori stagione.

 

© Copyright

All rights reserved

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta di NOICONLEVALIGIE.