UN VIAGGIO IN AUSTRALIA IN FAMIGLIA - MUSEI A SYDNEY: AUSTRALIAN NATIONAL MARITIME MUSEUM

Durante l'ultima tappa del nostro viaggio in Australia, visitando la città di Sydney, ci dedichiamo ad alcune delle diverse attrazioni che la città offre. Oltre all'eclettico Powerhouse Museum, abbiamo l'occasione di visitare l'Australian National Maritime Museum.

Situato nella zona di Darling Harbour, il museo si concentra sui diversi aspetti della vita e delle attività legate all'oceano come risorsa, difesa navale e attività ricreativa, oltre a raccontare la storia marittima dell'Australia dai suoi inizi aborigeni fino ai giorni nostri.

La struttura si compone di sale interne ed aree esterne, quelle a nostro parere più affascinanti, che incuriosiranno grandi e piccoli: nel porto accanto all'edificio principale si trovano infatti diverse imbarcazioni, su cui è possibile salire, per visitarle anche nelle aree interne. 

Nel porto ci accoglie la scultura Windjammer Sailors, realizzata in bronzo e raffigurante due marinai al timone durante una tempesta. Questa opera rende omaggio ai naviganti del periodo che va dal XIX all'inizio del XX secolo, che spesso rischiavano la vita in condizioni meteorologiche pericolose per navigare su navi eoliche (windjammer), trasportando carichi dai porti australiani in terre straniere e viceversa.

La prima imbarcazione che incontriamo è la James Craig, un esempio delle grandi navi a vela che spostavano i prodotti dalle colonie emergenti e portavano i manufatti sulle coste australiane.

Risalente al 1874, è l'unico esempio di queste navi presente nell'emisfero australe e l'unico che ancora naviga in mare, organizzando uscite private su richiesta.

Dopo essere stata salvata dalla Baia di Recherche nell'estremo sud della Tasmania, ha impiegato quasi 40 anni per essere completamente restaurata. Ora è di proprietà della Sydney Heritage Fleet, un'organizzazione no profit dedicata alla conservazione del patrimonio marittimo australiano. 

L'imbarcazione è completamente visitabile, sia sul pontile principale che sottocoperta, permettendo di fantasticare su come poteva essere la vita in mare su una nave del genere.

Un altro importante esemplare presente nel porto dell'Australian National Maritime Museum è la replica australiana dell'Endeavour di James Cook, una delle navi più accurate al mondo.

Salendo a bordo sembra che il tempo si sia fermato e James Cook e il suo equipaggio siano appena scesi a terra durante il loro viaggio: il tavolo è ancora apparecchiato, ci sono dei vestiti appesi e un gatto che sta dormendo tranquillo. C'è anche la cabina personale di Cook, dove ha vissuto e lavorato durante le sue navigazioni.

Si cambia genere con il sottomarino Onslow, costruito durante la Guerra Fredda e messo fuori servizio nel 1999, dopo aver avuto un ruolo fondamentale in diverse operazioni segrete internazionali.

Si possono esplorare gli spazi angusti del sottomarino e percorrere il lungo e stretto corridoio che lo attraversa; la visita continua poi un un'area espositiva attigua, dove sono riportate diverse testimonianze dell'attività del sottomarino e della vita di bordo durante momenti tranquilli ed emergenze.

Accanto al porto è collocata una mostra temporanea, che ha viaggiato per l'Australia ed è composta da sei container colorati, il simbolo della diffusione mondiale di prodotti locali, che possono girare il pianeta grazie a queste semplici scatole di metallo.

Qui è possibile letteralmente "entrare nelle scatole" per esplorare i diversi aspetti del trasporto merci e dell'evoluzione di esso grazie ai container.

L'edifico principale dell'Australian National Maritime Museum ospita mostre di vario genere, tutte legate al mare. Una di queste è James Cameron - Challenging the Deep, che ripercorre la ricerca e i risultati del regista James Cameron nella scienza, nella tecnologia e nell'esplorazione delle profondità degli oceani, comprese le sue immersioni da record in Deepsea Challenger, la nave sommergibile che lui stesso ha progettato e che è stata costruita a Sydney.

Affascinante è anche scoprire come Cameron abbia potuto sfruttare le sue conoscenze scientifiche nel cinema, utilizzando ottime tecnologie di registrazione subacquea.

Qui sono custoditi anche oggetti di scena e costumi originali dei suoi film The Abyss e Titanic, tra cui l'iconico diamante Heart of the Ocean. 

l Maritime Museum è aperto tutti i giorni (tranne a Natale) dalle 9.30 alle 17.

Il biglietto è a pagamento per gli adulti, ci sono riduzioni per bambini e famiglie. I biglietti possono essere acquistati online o direttamente alla biglietteria del museo.

A presto con altre attività ed esperienze nella città di Sydney.

QUI la nostra visita al Powerhouse Museum di Sydney.

QUI i nostri suggerimenti per mangiare senza glutine a Sydney.

QUI l'itinerario completo del nostro viaggio in Australia.

© Copyright

All rights reserved

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta di NOICONLEVALIGIE.