UN VIAGGIO IN AUSTRALIA IN FAMIGLIA - MOSSMAN GORGE

Prosegue il racconto del nostro viaggio in Australia.

Di ritorno da Cape Tribulation, prima di rientrare a Cairns ci fermiamo a Mossman Gorge, un sito d'interesse naturalistico immerso nell'antichissima Daintree Rainforest e dichiarata Patrimonio dell'Umanità.

Si tratta di una piccola gola dove scorre il Mossman River, un fiume che serpeggia tra grandi rocce, circondato da una delle foreste pluviali più antiche e varie del pianeta.

Si parte dal Mossman Gorge Centre, una struttura di ingresso con punto informazioni, galleria d'arte, ristorante, bagni; da qui si può prendere anche il bus navetta che porta i visitatori dal parcheggio all'inizio del percorso.

All'interno della Gorge si snodano diversi sentieri che permettono di scoprire la sua maestosità e la sua bellezza.

Questa è anche una zona care agli aborigeni, dove ancora vivono alcune comunità.

E proprio alcuni di loro sono diventate guide esperte all'interno di Mossman Gorge, accompagnando i turisti alla scoperta del luogo, della sua flora e fauna, oltre alla cultura e alle tradizioni della popolazione indigena locale, i Kuku Yalanji, e il loro legame con la natura.

Prima di iniziare il nostro percorso nella foresta, veniamo invitati a partecipare alla cerimonia del fumo, per accoglierci e darci la loro benedizione, permettendo di poter calpestare il loro suolo nativo. La cerimonia consiste nel bruciare delle foglie e indirizzare il fumo verso chi arriva. Il fumo, secondo la tradizione aborigena, purifica e aiuta a lasciarsi alle spalle i cattivi pensieri.

La nostra guida ci mostra come gli aborigeni utilizzano i vari tipi di ocra per dipingersi il corpo, un rituale molto diffuso e importante nella loro cultura.

Ci vengono fornite molte informazioni riguardo alle piante del luogo e al loro utilizzo medicinale. Assistiamo in diretta ad un momento di caccia da parte di un serpente, che riesce a catturare una ranocchia.

Proseguendo sul sentiero che si addentra nella foresta pluviale, arriviamo al fiume, dove ci sono diverse piccole pozze d'acqua tra le rocce di granito levigate. In agosto, periodo in cui siamo qui noi, è inverno e non piove molto, quindi il livello dell'acqua è abbastanza basso.

Proseguendo sul sentiero, si arriva ad una pozza più ampia, dove alcune persone fanno il bagno. L'acqua è davvero invitante, anche se la nostra guida ci avvisa che non si può escludere al 100% la presenza di coccodrilli nelle zone più profonde. Noi per sicurezza ci limitiamo solo a bagnare i piedi nel fiume... non si sa mai!

Dopo quasi 2 ore il nostro tour guidato si conclude con una merenda con the caldo e dolcetti per tutti. Non possiamo che ringraziare la nostra guida aborigena, che ci ha fatto conoscere diversi aspetti della vita del suo popolo e della natura che li circonda.

Questa escursione può essere effettuata anche in autonomia, ma crediamo che l'accompagnamento da parte di un membro della popolazione locale arricchisca di molto questa esperienza.

QUI l'itinerario completo del nostro viaggio in Australia.

QUI il nostro racconto di viaggio nella zona di Cairns e della Daintree Forest.

QUI i nostri suggerimenti per mangiare senza glutine a Cairns e nella Daintree Forest.

© Copyright

All rights reserved

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta di NOICONLEVALIGIE.