LA MONTAGNA CON I BAMBINI IN ESTATE: PONTE DI LEGNO - prima parte

Quello di cui vi parlo oggi è un luogo a cui sono molto affezionata, si può definire il luogo della mia infanzia. Sì, perchè ci vado più volte all'anno da quando sono nata, quindi ho avuto modo di viverlo sia in estate che in inverno, con la neve e con i prati verdi e pieni di fiori.

Si tratta di Ponte di Legno, un paese in Alta Valle Camonica, in provincia di Brescia, Lombardia al confine con il Trentino. Con i suoi 1257 m di altitudine, è un luogo di montagna perfetto per tutte le stagioni, con attrattive per i grandi, ma anche diverse attività divertenti per i più piccoli.

Voglio darvi alcuni suggerimenti per vivere al meglio questa zona, con idee e suggerimenti per trascorrere delle giornate indimenticabili.

Inizio con una zona che è stata recentemente sistemata, creando un'area per gioco, relax e pic nic davvero spettacolare.

Si tratta del Sozzine Park, situato all'inizio della Val Sozzine, poco fuori dal paese e ai piedi del Castellaccio, la montagna simbolo di Ponte di Legno.

Questo parco è davvero speciale: tutti i giochi sono realizzati in legno e l’acqua è l’elemento ricorrente, con mulini, canali, laghetti, il percorso rigenerante tra i sassi e il vicino torrente Narcanello.

Diverse sono le sculture in legno ricavate da tronchi di albero ancora piantati nel terreno, ma le cui fronde sono state tagliate. Gnomi, animali dei boschi, riproduzioni di incisioni rupestri decorano qua e là l'intero ambiente.

Un'area molto amata dai bambini è quella centrale, con una serie di canali scavati nei tronchi, dove con un sistema di mulini e piccole dighe scorre l'acqua, che in parte arriva fino al lago vicino e in parte crea delle piccole pozze per il gioco.

Vicino all'area gioco, sull'altra sponda del torrente, c'è un'altra area verde appena sistemata, dove è possibile fare una passeggiata tra ruscelli, cascate e giochi d'acqua, oppure cimentarsi nel Percorso Vita attrezzato che passa da lì e raggiunge la cabinovia.

Da questa zona passa anche la pista ciclo-pedonale che arriva a Vezza d’Oglio.

Un altro dei nostri luoghi preferiti è il Villaggio delle Marmotte, situato a 2244 m di altitudine, sui verdissimi prati del Passo Tonale, dove vivono questi piccoli e simpatici animaletti. Si tratta di un percorso ad anello, che si articola in 5 punti: un parchi giochi, un ripido scivolo che i bambini adorano, bellissime casette in legno ed un divertente mulino ad acqua, da azionare tramite una trivella.

Il parco può essere raggiunto in pochi minuti con la seggiovia Valbiolo oppure dopo circa un’ora di cammino su una strada in salita, ma abbastanza semplice e agevole. Il vicino rifugio Malga Valbiolo offre un punto di ristoro con bar e ristorante.

Da non dimenticare la splendida vista che si può ammirare da quassù, con il panorama delle montagne della zona.

Quest'area in estate si riempie di piste per il downhill, dove i bikers possono divertirsi su percorsi con difficoltà differenti.

Un'altra interessante meta è la Conca di Valbione.

Si tratta di un antico alpeggio, di cui oggi rimangono alcune baite ristrutturate e trasformate in case per vacanze accanto al panoramico campo da golf. Ci sono poi un laghetto artificiale per la pesca e un parco giochi per i più piccoli.

Una zona adatta per un pic nic oppure per un pranzo a base di piatti tipici nella caratteristica Capanna Valbione.

La zona si può raggiungere in seggiovia o con una facile passeggiata di circa 1 ora.

Chi vuole proseguire (a piedi o in seggiovia), può salire fino al Corno d'Aola a 2000 m, dove c'è una bellissima vista sulla valle e sul Passo del Tonale e dove è possibile percorrere un sentiero con memorie della Grande Guerra del 1915-18.

Con un'altra seggiovia che parte da Temù si può raggiungere il Rifugio Roccolo Ventura, base per un rilassante pic nic con vista sulla valle, oppure punto di partenza per diverse facili passeggiate nella zona, raggiungendo la chiesetta di Santa Giulia, percorrendo la Gallerie della guerra o raggiungendo Valbione​.

Spostandosi in auto e percorrendo un tragitto di quasi mezz'ora si può raggiungere il Passo del Mortirolo (1852 m), dove la vista sulle montagne circostanti e sulla valle è davvero fantastica. In questa zona si può pranzare in uno dei diversi agriturismi, dove vengono serviti piatti tipici di montagna o fare un pic nic in uno dei diversi prati dell'area. Alla Malga Mortirolo sono informati sulla cucina senza glutine e propongono diversi piatti idonei.... e davvero molto buoni!

Passeggiando per circa 20 minuti su una facile strada sterrata si può raggiungere un laghetto molto suggestivo e immerso nel verde. Un ottimo luogo dove rilassarsi, prendere il sole e far giocare i bambini con l'acqua e i ruscelli, creando dighe con i sassi e con il fango.

Sulla strada non mancano dei piacevoli incontri con le mucche della zona, che producono un ottimo latte per il formaggio prodotto dai casari locali.

Infine non dimentichiamo l'ampia e attrezzata area pin nic di Sant'Apollonia, ottima per un pranzo al sacco o una grigliata tra le montagne. Una volta arrivati alla fonte di acqua ferruginosa si può parcheggiare e fare un breve tratto a piedi, oppure pagare il pedaggio e proseguire in auto fino all'area recintata, con un bel prato, ruscelli, tavoli in legno, diversi barbecue e servizi igienici.  

QUI la seconda parte dei nostri suggerimenti per escursioni e attività all'aperto a Ponte di Legno e dintorni.

 

© Copyright

All rights reserved

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta di NOICONLEVALIGIE.