UN VIAGGIO IN AUSTRALIA IN FAMIGLIA - KINGS CANYON

Continua il racconto del nostro viaggio in Australia.

Dopo la prima tappa nel Red Centre, da Alice Springs attraverso il West MacDonnel National Park, arriviamo a Kings Canyon, all’interno del Watarrka National Park, dove passeremo la notte.

Il Kings Canyon Resort è l'unica struttura della zona, con un hotel con camere classiche, un lodge con cucine e bagni condivisi e un campeggio. Siamo davvero immersi nella natura, circondati dal deserto rosso. La nostra stanza da direttamente sulla vegetazione e i colori di quest'area. Qui, come nel resto della zona, non c'è segnale telefonico e il wifi è a pagamento.

Giusto il tempo di posare le valigie, dare un'occhiata alla stanza e fare qualche foto che è già ora del tramonto e non vogliamo proprio perdercelo: in mezzo alla vegetazione c'è una postazione perfetta per osservare il Kings Canyon illuminato dai colori del sole che cala.

Raggiungiamo in pochi minuti questo luogo, seguendo le passerelle che portano lì, poi aspettiamo fiduciosi il momento giusto per ammirare lo spettacolo.

Il Resort allestisce anche un piccolo aperitivo con bevande alcoliche e analcoliche e piccoli snack, tutto a pagamento ovviamente... e anche abbastanza caro. Ma vuoi perderti l'occasione di assistere ad un evento del genere senza un bicchiere di vino in mano?

Il sole inizia a scendere alle nostre spalle ed è subito un'esplosione di colori, la montagna sembra infuocata. Pur essendo molti, tutti ci zittiamo e restiamo avvolti in uno strano e suggestivo silenzio. Un momento davvero speciale.

All'improvviso sentiamo una presenza vicino a noi... non si tratta di qualche spirito della montagna, ma di un dingo che ci osserva e poi inizia ad avvicinarsi, per niente spaventato dalle persone che gli stanno davanti. Arriva a pochi metri da noi e ci fa anche un po' spaventare, perché non capiamo le sue intenzioni, poi invece fa marcia indietro e se ne torna da dove era venuto.

Ceniamo nel ristorante del resort, avvolti nella pace e nel buio del Red Centre australiano (QUI i nostri suggerimenti per mangiare gluten free nel Red Centre).

Il mattino dopo siamo pronti per un'esperienza speciale: un'escursione in elicottero per sorvolare l’Outback australiano e il Kings Canyon. È la nostra prima volta su un elicottero e siamo davvero elettrizzati.

 Abbiamo prenotato questa attività direttamente al Resort il pomeriggio precedente e il servizio è situato a pochi minuti di strada dall'hotel. Noi lo raggiungiamo in auto, ma se serve è disponibile anche un servizio navetta.

Dopo un breve breefing per spiegarci come si svolgerà l'attività e le norme di sicurezza, veniamo condotti sull'elicottero, dove ci mettiamo le cuffie e allacciamo le cinture, siamo pronti per questa emozionante esperienza. Lorenzo viene invitato dal comandante a sedere davanti, accanto al posto di guida... secondo voi quanto è felice da 1 a 10?

Ci alziamo velocemente in volo e davanti a noi si presenta subito uno spettacolo magnifico: ammirare questa zona dall'alto è davvero entusiasmante e fa capire la reale immensità di questi luoghi. Ci rendiamo conto immediatamente che scegliere questa escursione è stata davvero una buona idea. Il pilota ci spiega alcuni dettagli sull'area che stiamo sorvolando, ma siamo talmente rapiti da ciò che vediamo, che non riusciamo ad ascoltarlo con attenzione.

In poco tempo raggiungiamo la spaccatura del Kings Canyon, con le sue pareti alte più di 100 metri, in mezzo alla quali scorre il Kings Creek. Si tratta di un perfetto mix di colori, tra il rosso dell'arenaria e il verde della vegetazione.

È stupefacente come queste rocce si siano formate qui in mezzo al nulla e nel corso dei secoli si siamo modellate in questo modo. Una vista davvero affascinante, uno spettacolo della natura ad ogni angolo.

Dopo un quarto d'ora in volo, è tempo di rientrare alla base. Tra le opzioni per questa escursione esistono anche voli più brevi o più lunghi, di 8 o 30 minuti, ma quello che abbiamo scelto noi ci è sembrato un buon compromesso per godere appieno di questa esperienza.

Ci spostiamo poi all'interno del Kings Canyon, per percorrere the Kings Creek Walk, una facile passeggiata di 2,6 Km, che richiede circa un'ora per andata e ritorno. Questo itinerario segue il Kings Creek e termina in una zona panoramica. Lungo il percorso si possono trovare cartelli didattici che spiegano curiosità sulla flora e la fauna, oltre ad usi e costumi degli aborigeni della zona.

Al termine del sentiero è possibile ammirare alcuni speroni di roccia che creano la cresta del Canyon, davvero imponenti e con forme diverse e particolari. In altri punti si trovano invece agglomerati di massi che sembrano posizionati lì in una composizione studiata nei dettagli.

C'è anche un altro sentiero, the Kings Canyon Rim Walk, un anello che corre lungo la parte alta del Canyon per la lunghezza di 6 Km, percorribile in circa 3-4 ore. Noi decidiamo a malincuore di saltare questa parte perché è tempo di ripartire per una nuova meta, la più famosa e suggestiva dell'Outback australiano: Uluru.

A presto con un'altra tappa del nostro viaggio....

QUI l'itinerario completo del nostro viaggio in Australia.

QUI la prima parte del nostro viaggio nel Red Centre: Alice Springs e il West MacDonnel Natinanal Park.

QUI la terza parte del nostro viaggio nel Red Centre: Uluru - Kata Tjuta Natinanal Park.

 

© Copyright

All rights reserved

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta di NOICONLEVALIGIE.