UN VIAGGIO IN AUSTRALIA IN FAMIGLIA - ALLA SCOPERTA DELLA GRANDE BARRIERA CORALLINA

Durante il nostro soggiorno a Green Island, al largo delle coste del Queensland, non ci siamo fatti sfuggire un'escursione per ammirare la Grande Barriera Corallina, la più grande estensione di corallo nel mondo.

Ci sono dei tour organizzati che, con un tragitto di circa un'ora di catamarano dall'isola, conducono su una grande piattaforma in mezzo al mare, dove è possibile esplorare la barriera corallina attraverso una serie di attività adatte sia ai nuotatori esperti, sia a chi non sa nuotare o non si vuole immergere in acqua.

La piattaforma è stabile e non si avverte l'oscillazione delle onde del mare. La zona è molto grande e si sviluppa su più livelli, dove ci sono diverse aree relax con poltrone e lettini, per prendere il sole o riposarsi all'ombra, oltre ad un ristorante self service con piatti freddi e caldi.

Un primo incontro con la vita marina nella Grande Barriera Corallina è possibile attraverso l'osservatorio sottomarino, un tunnel provvisto di vetrate panoramiche sott'acqua, dove dare uno sguardo al fantastico mondo sottomarino che si sviluppa qui attorno.

Per chi lo desidera, è possibile fare immersioni nelle acque della zona, tra coralli e pesci di ogni genere. Un'esperienza perfetta per i sub con brevetto, ma anche per chi è alla prima esperienza: si può scegliere infatti anche un'immersione totalmente assistita, per permettere ai neofiti di questo sport l'emozione di immergersi tra la Grande Barriera Corallina. Questa attività è a pagamento ed è necessaria la prenotazione in anticipo.

Alessio non si lascia sfuggire questa esperienza e va a dare un'occhiata sott'acqua. La bellezza dei fondali è davvero notevole, la varietà e l'abbondanza dei coralli sono davvero impressionanti. Inferiore rispetto alle aspettative invece è il numero di pesci, anche se discreto e ricco di specie differenti.

In alternativa è possibile ammirare i fondali con lo snorkeling, immergendosi in acqua direttamente dalle scalette della piattaforma. L'attrezzatura, completa di maschera, boccaglio, pinne e muta, viene fornita dall'organizzazione.

C'è poi un'altra attività acquatica, lo Scuba-Doo, una sorta di scooter subacqueo, che permette di infilare la testa all'interno di una "bolla" di vetro e di respirare normalmente al suo interno, viaggiando sott'acqua sopra a questo mezzo. Questa attività è a pagamento ed è necessaria la prenotazione in anticipo.

Un modo alternativo per ammirare i pesci e i coralli che popolano la zona è un tour con il semi-sommergibile che parte dalla piattaforma e compie un giro sulla barriera corallina. Comodamente seduti su una serie di panche, è possibile osservare per circa 20 minuti questo bellissimo scenario attraverso le grandi vetrate immerse in acqua. L'attività è gratuita e ripetibile più volte durante la permanenza sulla piattaforma.

Pur non essendo direttamente immersi in acqua, si ha la possibilità di vedere molto bene e da vicino gli abitanti di questo tratto di mare. Uno spettacolo che lascia a bocca aperta.

QUI l'itinerario completo del nostro viaggio in Australia.

QUI il nostro racconto di viaggio a Green Island.

QUI il nostro racconto di viaggio nella zona di Cairns e della Daintree Forest.

QUI i nostri suggerimenti per mangiare senza glutine a Cairns e nella Daintree Forest.

© Copyright

All rights reserved

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta di NOICONLEVALIGIE.