UN VIAGGIO IN COSTA RICA IN FAMIGLIA - MONTEVERDE

Prosegue il racconto del nosto viaggio in Costa Rica. Dopo aver esplorato la natura rigogliosa del Tortuguero National Park, aver ammirato la potenza del vulcano Poas e la maestosità del vulcano Arenal, eccoci arrivare nell'area di Monteverde, nel cuore della Foresta Nebulosa, chiamata così perché caratterizzata dall'essere frequentemente coperta da nuvole a bassa quota, a livello delle chiome degli alberi.

La zona è tranquilla, ma ricca di locali, hotel e negozi. La temperatura è fresca anche di giorno, la sera scende di diversi gradi.
Alloggiamo due notti al Jaguarundi Lodge, una piccola struttura con bungalow di legno nella foresta, che scopriamo essere molto "popolata": incontriamo scimmie, coati e anche un armadillo.
Anche se il lodge non dispone di ristorante, la formula offerta è di bed and breakfast, in quanto per la colazione si appoggia al vicino resort.

QUI i nostri consigli mangiare senza glutine in Costa Rica nella zona del Vulcano Arenal, di Monteverde e di Manuel Antonio.

Dopo esserci sistemati nella nostra camera, decidiamo di fare subito un giro a piedi, raggiungendo il piccolo centro di Santa Elena, a due passi dal nostro lodge. Qui c'è un bel via vai di gente e l'atmosfera è festosa e rilassata. Incontriamo il Tree House Restaurant & Cafe, dove decidiamo di fermarci per una merenda in mezzo ai rami di un albero. Il locale è costruito infatti su più piani, tra le fronde di un imponente albero. Un luogo simpatico e molto suggestivo, perfetto per un aperitivo al tramonto.

La mattina seguente ci attende la visita al Selvatura Park, un eco-parco avventura che offre diverse attività da svolgere, all'interno della foresta pluviale. Molteplici sono i pacchetti di esperienze acquistabili online o presso la biglietteria del parco, Noi abbiamo acquistato da casa il Silver Pack, un pacchetto che comprende la passeggiata sui ponti sospesi, il giardino delle farfalle, il giardino dei colibrì e il pranzo.

Iniziamo da Treetop Walkways, percorso ad anello che comprende il passaggio su otto ponti sospesi. Un modo perfetto per ammirare in sicurezza la foresta pluviale dall'alto, con una camminata di poco meno di 5 km in autonomia.

I ponti hanno lunghezze che vanno tra 50 e 170 metri, sono molto solidi e sicuri, ma quando passate nella zona centrale non mancano le oscillazioni... un'esperienza emozionante, forse poco adatta per chi soffre di vertigini.

I vari ponti sono collegati da comodi sentieri di cemento e mattoni nella foresta, dove è possibile incontrare qualche animale che vi attraversa la strada. Occhi aperti, alcuni sono davvero piccoli!

Terminato il percorso tra i ponti sospesi, passiamo nel giardino dei colibrì, in realtà una semplice terrazza dove sono posizionale delle mangiatoie per questo uccelli... una piccola area, ma dove è possibile ammirare da molto vicino questi bellissimi animali.

Qui si possono trovare più di 14 diverse specie di colibrì. Ce ne sono tantissimi ed è impressionante vedere con che velocità riescono a muoversi. Sono davvero ipnotici!

Ci spostiamo infine al giardino delle farfalle, all'interno di una grande struttura a cupola coperta da un materiale speciale, che aiuta a controllare la temperatura all'interno del giardino. Qui si trovano più di 30 diverse specie di farfalle da diverse altitudini e climi del Costa Rica.

Dobbiamo ammettere che non l'abbiamo trovato spettacolare, gli esemplari non sono molti rispetto a quelli che abbiamo visto qualche giorno prima al La Paz Waterfalls Garden; però la visita è guidata e ci vengono fornite informazioni interessanti su questi animali e sulla loro vita. Assistiamo anche alla nascita di una farfalla.

In tutto restiamo circa 5 ore nel parco, compreso il pranzo e un po' di shopping.

QUI i nostri consigli mangiare senza glutine in Costa Rica nella zona del Vulcano Arenal, di Monteverde e di Manuel Antonio.

Alle 18 ci aspetta un'altra bellissima esperienza: una passeggiata notturna guidata nella Monteverde Cloud Forest Reserve.  Questa riserva è visitabile di giorno in autonomia o con una guida, ma noi abbiamo scelto di prenotare dal loro sito una visita serale, per sperimentare la sensazione di trovarci nel cuore della foresta al calare della sera.

E così eccoci ad intraprendere due ore di camminata nel buio e nei rumori della foresta pluviale, accompagnati da una guida esperta, che ci permette di avvistare serpenti, bradipi, armadilli, lucciole, un insetto stecco e pure una tarantola.

Che esperienza emozionante ed indimenticabile!

A presto con una nuova tappa del nostro viaggio in Costa Rica.

QUI info e consigli per organizzare un viaggio in Costa Rica.

QUI il nostro itinerario di viaggio in Costa Rica.

QUI il racconto della nostra esperienza al Tortuguero National Park.

QUI il racconto della nostra esperienza nella zona del vulcano Poas.

QUI il racconto della nostra esperienza nella zona del vulcano Arenal.

QUI i nostri consigli mangiare senza glutine in Costa Rica, nella zona di Tortuguero, Vulcano Poas e San Josè.

QUI i nostri consigli mangiare senza glutine in Costa Rica nella zona del Vulcano Arenal, di Monteverde e di Manuel Antonio.

© Copyright

All rights reserved

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta di NOICONLEVALIGIE.