UN VIAGGIO IN COSTA RICA IN FAMIGLIA - IL VULCANO POAS

Eccoci con la seconda tappa del nostro viaggio in Costa Rica, una terra davvero affascinante, sorprendente e ricca di ecosistemi differenti.
Dopo la prima tappa al Tortuguero National Park, sulla costa atlantica del Paese, ci aspetta una giornata di trasferimento verso la parte centrale del Costa Rica, verso il vulcano Poas, non lontano dalla capitale San Josè.
Arriviamo nel tardo pomeriggio in questa zona verde e curata, dove la temperatura è decisamente fresca... siamo in montagna e si sente!
Alloggiamo al Poas Lodge, una struttura semplice ma molto accogliente e confortevole, gestita da una coppia del Texas che da qualche anno ha deciso di cambiare vita e trasferirsi qui. I gestori Matt e Leah e i loro cani sono molto socievoli e fanno di tutto per metterci a nostro agio. Scambiamo con loro due chiacchiere mentre beviamo un bicchiere di vino davanti al caminetto.

La vista dal lodge, sia dalla sala principale che dalle stanze, è mozzafiato e la posizione molto comoda, a soli 4 km dal Poas National Park. La struttura offre anche cena e colazione (anche senza glutine), servita direttamente accanto alla strepitosa vetrata che da sulla verde vallata antistante.

QUI i nostri consigli mangiare senza glutine in Costa Rica, nella zona di Tortuguero, Vulcano Poas e San Josè.

Il giorno seguente ci aspetta la visita al vulcano Poas, per la quale è necessaria la prenotazione online sul sito ufficiale per poter accedere all'area. È consigliabile organizzare la salita la mattina presto, momento dove la visibilità è migliore.
Il vulcano è attivo e c'è stata un'importante eruzione nel 2017 (dopo la quale è stato impossibile visitarlo per lungo tempo), quindi per accedervi è necessario seguire le norme di sicurezza spiegate nel breefing iniziale in inglese o spagnolo, tenuto presso il Centro Visitatori. Dopo una salita di 700 m su un ampio sentiero asfaltato (accessibile anche con i bambini ed eventualmente con i passeggini), arriviamo al cratere, che riusciamo a vedere molto bene, senza nuvole, c'è solo un po' di fumo che esce dall'apertura centrale. Le sue dimensioni sono davvero imponenti e quando ci si trova davanti questa immensa apertura non si può restare indifferenti. Si tratta di un luogo molto affascinante.

Il tempo di permanenza massimo consentito nei pressi del cratere è di 20 minuti, la visita in totale dura circa un'ora.

Ci spostiamo poi ai La Paz Waterfall Gardens, un parco dove sono presenti cinque bellissime cascate e una serie di animali, all'interno della lussureggiante foresta pluviale, sul fianco posteriore del vulcano Poas.

Gli zoo tradizionali sono vietati in Costa Rica, per cui nessuno degli animali ospiti del parco è catturato in natura, ma sono tutti provenienti dal contrabbando o da altre situazioni che non ne possono più permettere il reinserimento nel suo habitat.

Nel parco ci sono aree dedicate a diverse specie animali. Si inizia da una grande voliera, dove è possibile accedere a piedi e incontrare molte specie di uccelli, tra cui i simpatici e socievoli tucani.

Un'altra area è dedicata ai bradipi, che per la maggior parte del tempo sonnecchiano tranquilli sui rami, noncuranti dei visitatori che li osservano.

Non mancano poi i grandi felini, come puma, ocelot e giaguari, confiscati a persone che li tenevano illegalmente come animali domestici e ora non più in grado di tornare in natura e difendersi da soli. 

Una grande serra è dedicata alle farfalle: in un giardino botanico coperto si possono ammirare numerosi esemplari di questi animali mentre svolazzano qua e là. Tra le più famose, si possono trovare le specie Blue Morpho, Great Owl, Monarch e Malachite. Diverse sono le postazioni dove vengono raccolti i bozzoli che, una volta schiusi, permetteranno la nascita di nuove farfalle. Noi siamo fortunati e riusciamo ad assistere proprio ad una "nascita" in diretta.

Da non perdere è anche l'area dedicata alle rane, animali molto diffusi in Costa Rica, ma a volte difficili da vedere in natura perché sono attive di notte e vivono nelle fitto della giungla. Colorate e buffe, sarà un piacere ammirarle da vicino, osservando i loro movimenti senza disturbarle.

Accanto all'area faunistica, partono i sentieri escursionistici che coprono una distanza di circa 3,5 km, che si inoltrano nel fitto della foresta primaria e secondaria lungo il corso del fiume La Paz, grazie a passerelle, ripide scale e ponti sopra le acque impetuose sottostanti.

Qua e là si possono trovare piattaforme poste nei punti migliori per ammirare le cinque suggestive cascate, meravigliosi salti di diversi metri che lasciano davvero a bocca aperta.

Alcune piattaforme sono vicinissime all'acqua, tanto che non mancano gli schizzi!

La visita al La Paz Waterfall Gardens può essere fatta in totale libertà o insieme ad una guida. Il percorso completo richiede almeno 3-4 ore.

All'interno del parco ci sono anche diversi bar e ristoranti.

Il giardino è aperto tutti i giorni dalle 8 alle 17, l'ingresso è a pagamento, con riduzioni per bambini fino ai 12 anni, gratis per i bambini con età inferiore a 3 anni.

A presto con una nuova tappa del nostro viaggio in Costa Rica.

QUI info e consigli per organizzare un viaggio in Costa Rica.

QUI il nostro itinerario di viaggio in Costa Rica.

QUI il racconto della nostra esperienza al Tortuguero National Park.

QUI i nostri consigli mangiare senza glutine in Costa Rica, nella zona di Tortuguero, Vulcano Poas e San Josè.

© Copyright

All rights reserved

Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, dei contenuti inseriti nel presente portale, ivi inclusa la memorizzazione, riproduzione, rielaborazione, diffusione o distribuzione dei contenuti stessi mediante qualunque piattaforma tecnologica, supporto o rete telematica, senza previa autorizzazione scritta di NOICONLEVALIGIE.